fbpx
Now Reading
SEMIRAMIS – Frazz Live

SEMIRAMIS – Frazz Live

semiramis OK

Nascono nel 1970 come Ipotesi Di Una Metamorfosi ad opera di Maurizio Zarrillo, Marcello Reddavide, Memmo Pulvano e Maurizio Macos e nel 1971 diventano Semiramis con l’ingresso di Michele Zarrillo, fratello di Maurizio e di Giampiero Artegiani. Dopo aver suonato molto dal vivo e altri cambi di line-up, nel 1973 rilasciano il loro primo e unico album, “Dedicato a Frazz”, un bellissimo concept album considerato ancora oggi uno dei migliori lavori di rock progressivo italiano. Frazz è un personaggio inventato e il nome nasce dall’unione delle iniziali dei cognomi dei componenti della band. Frazz è uno psicopatico, il suo dramma è il mondo, la convivenza con chi lo circonda e risolve il tutto suicidandosi e il disegno di copertina ha fatto storia, disegnata da Gordon Faggetter. I Semiramis hanno vita breve, si sciolgono subito dopo, Giampiero Artegiani diventa produttore, compositore e cantante tra il prog e il pop, Michele Zarrillo è diventato uno dei più quotati cantautori di pop leggero italiano e ognuno prende altre strade.

Dopo circa quaranta anni il concept viene ristampato sia in vinile che in cd e la band torna per una serie di concerti e forse con la voglia di tornare a scrivere nuova musica, ma il destino non è stato dalla loro parte, al momenti in cui leggerete questa recensione, Maurizio Zarrillo e Giampiero Artegiani, ci hanno lasciato dopo aver lottato contro una malattia incurabile. Ci resta comunque questa testimonianza “Frazz Live”, un concerto registrato a La Claque di Genova nell’aprile del 2017, uscito per la Black Widow Records prima in edizione dvd/cd, in formato dvd, poi dopo un anno in edizione cd/dvd, in formato cd (edizione presa in considerazione per questa recensione). La band esegue per intero “Dedicato a Frazz” più alcune narrazioni di Artegiani tra un brano e l’aktro e è ancora in ottima forma e in più “La Fine Non Esiste”, una narrazione sempre di Giampiero Artegiani, “Morire Per Guarire”, altro ottimo inedito che farebbe ben sperare per il futuro e “Mille Universi”, altro inedito ma presente solo sul cd e non sul dvd. Non so se per i Semiramis ci sarà un futuro, ma questa recensione è più un tributo a due grandi musicisti come Maurizio Zarrillo e Giampiero Artegiani.

FABIO LOFFREDO

Tracklist:

CD:
01. Quattro Fili
02. Bottega Del Rigattiere
03. Fragile Involucro
04. Luna Park
05. Ombre Di Ritorno
06. Zoo Di Vetro
07. Foglio Bianco
08. Per Una Strada Affollata
09. Il Silenzio e i Bambini
10. Dietro Una Porta Di Carta
11. La Verità Non Serve
12. Frazz
13. Circo Universo
14. Clown
15. La Fine Non Esiste
16. Morire Per Guarire
17. Mille Universi (Bonus Track)

DVD:
01. Quattro Fili
02. Bottega Del Rigattiere
03. Fragile Involucro
04. Luna Park
05. Ombre Di Ritorno
06. Zoo Di Vetro
07. Foglio Bianco
08. Per Una Strada Affollata
09. Il Silenzio e i Bambini
10. Dietro Una Porta Di Carta
11. La Verità Non Serve
12. Frazz
13. Circo Universo
14. Clown
15. La Fine Non Esiste
16. Morire Per Guarire

Label: Black Widow Records
Genere: Progressive Rock
Anno: 2019

0
/10
VOTO
semiramis 19

Band:
Paolo Faenza: Batteria, vibrafono e cori
Giampiero Artegiani: Chitarra acustica e voce narrante
Maurizio Zarrillo: Eminent, synth e cori
Vito Ardito: Voce e chitarra acustica
Rino Amato: Pianoforte, organo, synth e programmazione
Ivo Mileto: Basso
Antonio Trapani: Chitarra elettrica

https://www.facebook.com/Semiramis-Official-314924128694194/
https://blackwidow.it