Now Reading
HEART HEALER – Intervista al chitarrista, fondatore, mente e ideatore della metal opera Magnus Karlsson

HEART HEALER – Intervista al chitarrista, fondatore, mente e ideatore della metal opera Magnus Karlsson

Heart Healer è il nuovo progetto di Magnus Karlsson, chitarrista dei Primal Fear, dei Free Fall e di altre realtà e stavolta prova la strada della metal opera e con sette female voice che si dividono i ruoli proprio come un’opera teatrale e in più il chitarrista svedese svolge un lavoro eccezionale con i suoi interventi chitarristici (leggi qui la recensione). Ciò che segue è il resoconto dell’intervista.

Ciao Magnus, come stai? Benvenuto su Tuttorock.com.
Ciao sto molto bene, grazie mille.

Heart Healer, un altro dei tuoi progetti, come è nata l’idea?
Negli ultimi anni sono diventato sempre più interessato alla musica orchestrale e ho pensato che realizzare un’opera metal sarebbe stato il formato perfetto per provarla fino in fondo.

Musicalmente è effettivamente molto orchestrale e sinfonico. Le parti orchestrali sono reali o campionate?
Entrambi in realtà. Ho lavorato molto con librerie digitali e suoni campionati che hanno ricreato la maestosità di un’orchestra ma ho anche avuto la collaborazione di alcuni fantastici musicisti d’archi che hanno aggiunto l’atmosfera vera d’orchestra al mix finale.

È un concept album suppongo? La sua storia?
Sì è un concept album, la storia parla della guaritrice del cuore (Adrienne) che si sveglia senza memoria e non sa chi sia. Presto scopre che può curare le persone solo con un tocco, ma ogni volta che lo fa diventa più debole. Nel suo viaggio per scoprire chi è lei incontra chi vuole aiutarla, chi vuole il suo aiuto e chi ha paura di lei e inizia a darle la caccia.

Con i Free Fall avevi molti cantanti uomini con te, questa volta alcune delle migliori voci femminili, come le hai scelte e perché?
Ho lavorato con alcune di loro prima e alcuni temi erano nuovi per me. Avevo una lunga lista di cantanti e non volevo solo avere il meglio, dovevano anche avere voci diverse, quindi è più facile ascoltare i diversi personaggi.

La registrazione dell’album da remoto ti ha aiutato a gestire tutte le parti vocali?
È stato un po’ complicato con tutte le parti e ho dovuto cantare tutti i demo con una voce metal ma in falsetto, tipo quella dei Bee Gees e di King Diamond in modo che tutte sapessero cosa cantare. Ma tutte hanno fatto un ottimo lavoro nei propri studi di registrazione, quindi alla fine ha funzionato alla grande. Penso anche che le ragazze si siano divertite molto nel sentirmi cantare in quel modo.

In poco tempo sono usciti i nuovi album di Primal Fear, Free Fall e ora Heart Healer, come gestisci il tutto?
Se ami quello che fai, non ti sembra un duro lavoro. Un paio di anni fa ho provato a prendermi una pausa dalla produzione musicale ma non mi sentivo affatto bene, quindi immagino di doverlo fare per essere una persona felice.

Nel precedente album di Free Fall c’è “On My Way Back To Earth”, una canzone davvero splendida che mette in mostra le tue qualità di chitarrista, hai mai pensato di creare un album completamente strumentale? Se non ci hai mai pensato, è un consiglio che ti dò con il cuore.
Grazie! Mi fa molto piacere che ti sia piaciuta e sì, forse … non lo so, ma forse ne introdurrò un altro strumentale nel prossimo album de Free Fall.

Progetti futuri?
Abbiamo appena finito l’album solista di Anette Olzon e stiamo registrando i prossimi Ferrymen proprio ora. Dopodiché inizierò il prossimo album dei Free Fall.

Heart Healer continuerà in futuro?
Lo spero davvero … penso che questo sia il piano. Voglio continuare anche con questo progetto.

Chiudi l’intervista come desideri per i tuoi fan italiani e per i nostri lettori.
Spero che ti prenda il tempo necessario, ti sieda e ti rilassi e ascolti tutto l’album degli Heart Healer dall’inizio alla fine perché questo non è un mucchio di canzoni diverse, è una canzone con capitoli diversi. Stay Metal e fate attenzione!

FABIO LOFFREDO

Band:
Magnus Karlsson: Chitarra, basso e tastiere
Anders Kollerfors: Batteria
Daniel Tengberg: Violoncello
Erika Savstrom Engman: Violin
Adrienne Cowan: Voce nei brani 1,3, 4, 7, 8 e 10
Ailyn Gimenez: Voce nei brani 4, 6 e 10
Youmna Jreissati: Voce nei brani 2, 6 e 10
Netta Laurenne: Voce nei brani 2, 6, e 10
Noora Louhimo: Voce nei brani 5, 7 e 10
Margarita Monet: Voce nei brani 2, 4 e 10
Anette Olzon: Voce nei brani 3, 8 e 10

https://www.facebook.com/MAGNUSKARLSSONOFFICIAL/
http://www.frontiers.it/