GUZZI – Intervista all’artista

Guzzi2

In occasione dell’uscita del nuovo singolo “DOMENICA” abbiamo intervistato Alessandro Domenici aka GUZZI.

Alessandro Domenici, in arte Guzzi, nasce a Pietrasanta nel 1991. Da sempre grande ascoltatore di musica cantautorale italiana e data l’amicizia con Daniele Barsanti, cantautore di Lido di Camaiore, decide di muovere i suoi primi passi in questo settore e provare a raccontare in strofe il proprio mondo. “Se mi metto a scrivere – racconta – la canzone viene fuori da sola, mano a mano. Mi basta un foglio e una penna e le parole escono in automatico” E perché Guzzi? Mi piace l’idea di qualcosa che possa andare in qualsiasi direzione, senza dover chiedere permesso. Proprio come una moto.”. Inizia così la stretta collaborazione Mirko Mangano produttore artistico del progetto, dello studio di registrazione Media Wave di Massa (MS). Il primo singolo, intitolato “Lampioni”, esce a dicembre 2019, raggiungendo velocemente i 26,000 stream. Il brano è seguito da 24 Ore, uscito ad aprile 2020 (che raggiunge i 28,000 stream). “Domenica”, ultimo singolo uscito, registra più di 7,000 stream nella prima settimana. “Domenica è nata per caso, – spiega Guzzi – quasi per gioco. Stavo suonando Space Oddity di David Bowie e, combinando il primo accordo della strofa, mi è venuta in mente l’immagine della mia ragazza con i piedi sul cruscotto e la campagna toscana attorno a noi. Nel giro di 20 minuti la canzone era tutta scritta, accordi, parole, tutto”.
Per altre curiosità e interviste sul mondo della musica visita il sito di Timgate!

Ciao! Benvenuto sulle pagine di Tuttorock. Innanzitutto ti chiedo come stai? Parlaci un po’ di te e del tuo percorso artistico.
“Ciao! Sto bene, sono sereno. Il progetto Guzzi nasce più o meno un anno fa. Sono stato il cantante di una band per anni, abbiamo suonato su palchi bellissimi come l’Ariston o l’Alcatraz, ma a un certo punto sentivo che in me c’era qualcosa di diverso. Ho sempre ascoltato la musica cosiddetta “leggera” e lì ho capito che forse era il mio momento di fare il cantautore.”

Da cosa nasce il nome “Guzzi”?
“Il nome Guzzi è preso in prestito dalla mia prima moto, una Guzzi V35C. Ho provato una sensazione di libertà bellissima la prima volta che l’ho guidata, e ho pensato che la stessa libertà sarebbe stato bello metterla anche in musica.”

Qual è il tuo rapporto con la musica?
“Io ascolto musica tutto il giorno, e quando non ascolto niente è perché sto suonando. Sono ossessionato dalle canzoni!”

Quali sono i tuoi pilastri nella musica (e non)? Da dove prendi ispirazione?
“Come dicevo in precedenza, io sono cresciuto ascoltando i cantautori. Quindi vi dico De André, Dalla e Battisti su tutti. Tra i più recenti, ascolto tantissimo i Canova e Fulminacci, ma anche Mahmood è fortissimo!”

Qual è il modo più insolito/particolare in cui è nata una tua canzone?
“La maniera più particolare in cui è nata una canzone è il modo in cui è nata “Bologna”, la prima canzone che ho scritto come Guzzi. Ero con la mia ragazza e delle amiche a Bologna, nel periodo di Natale. Mentre camminavo tra le vetrine e le luci del centro, mi è arrivata tra capo e collo la canzone. L’ho subito salvata tra le note del telefono e la sera quando sono tornato a casa l’ho provata chitarra e voce. La canzone era finita. Diciamo che più che averla scritta io, è la canzone che ha trovato me.”

Il tuo ultimo singolo si intitola “Domenica”. Qual è il tuo rapporto con la domenica e com’è nato questo brano?
“La amo e la odio. Mi piace uscire la domenica, vedere posti nuovi ma odio i luoghi troppo affollati. Mi piace anche perché di domenica ci si riprende dal divertimento del sabato sera, dalla bevuta di troppo diciamo. Ma odio i postumi!”

Come vedi il panorama musicale italiano post covid?
“Bella domanda. Mi sembra che gli emergenti abbiano ancora più voglia di farsi notare e che gli artisti affermati invece abbiano voglia di far valere i propri diritti. Sembra che i lavoratori dello spettacolo non esistano, non sono tutelati per niente. È una cosa gravissima!”

Descriviti con tre canzoni.
“Vi lascio le prime tre che mi vengono:
Vita- Dalla / Morandi
Catene – Zen circus
La Verità – Brunori sas.
Non so perché mi siano venute in mente né se mi descrivano davvero, ma sicuramente sono canzoni che mi emozionano tantissimo.”

Quali sono i tuoi progetti futuri?
“Diciamo che navigo a vista per il momento. Scrivo, o almeno cerco di scrivere il più possibile, ma senza obbligarmi a farlo. Più avanti insieme a Mirko Mangano decideremo se fare un album o meno. Insomma, chi vivrà vedrà!”

GIOVANNA VITTORIA GHIGLIONE 

Band:
Guzzi

– Facebook https://www.facebook.com/Guzzi-347617452817189 
– Instagram https://www.instagram.com/therealguzzi/?hl=it
– Timmusic https://www.timmusic.it/artist/6850938 

Guzzi