Now Reading
Medicina Rock Festival 2016 (data 4) – THE BLACK RAIN + Padrini @ Medicina BO 12-6-2016

Medicina Rock Festival 2016 (data 4) – THE BLACK RAIN + Padrini @ Medicina BO 12-6-2016

Il meglio viene alla fine potremmo parafrasare un motto famoso ed applicarlo al Medicina Rock Festival.  Eh lo so, uno va a guardare il programma e dice “che cavolo, il meglio alla fine, con il Teatro degli Orrori ed i Gazebo Penguins le sere prima?. Eppure…. Siamo di fronte all’ennesima riprova che non sempre successo commerciale e mainstream va di pari passo alla qualità, perché la data 4 passata sul pratone del MRF è stata la più lunga e la più indimenticabile.

Si parte con i Padrini, trio cagliaritano di cui avevamo ottime referenze, ma mai visti dal vivo malgrado la lunga militanza on the road, dal 2005. Orfani del batterista alla devastazione delle pelli troviamo il più che ben disposto mitico Zak dei super Simple Lies, un add di grande valore. A parte la scontata simpatia, il gruppo ha portato sul palco un eccellente show musicale fatto non solo di divertimento, ma di furente punk suonato alla grande. E contando tanti celebrati gruppi mondiali visti con risultati decisamente inferiori alle attese, i ragazzi hanno offerto un set di canzoni suonate e cantate alla grande e con testi decisamente di valore. Ecco per pudore vi rimando alla ricerca delle loro lyrics sul web, non ve pentirete. Aggiungiamo un matching on stage con il basso dei The Black Rain, Marco Molteni, che ha scatenato un entusiasmante pezzo a chiusura di un live sorprendente e splendente. Non perdeteveli.

Band:
MIKY – Chitarra, Voce.
MARIANE – Basso, Voce
Alessandro Zak Zucchini – Batteria (dei Simple Lies special guest)
 
https://www.facebook.com/padrinipunk
https://itunes.apple.com/it/album/demoni/id1085708244

Su un pubblico già scaldato in maniera esemplare è piombata la pioggia sporca e sudata del blues-rock dei The Black Rain, se dovessi nominare due band di assoluto livello in mezzo alle centinaia di gruppi visti nell’ultimo anno, assieme ai roventi General Stratocuster and The Marshals di Jacopo Meille, questo gruppo medicinese fa il paio. Esplosiva esibizione con un cantante come Mirko Greco di assoluto livello ed un set di strumentisti bravi e compatti che portano un prodotto semplicemente esaltante. Potenza, pulizia, interpretazioni roventi che passano fra la reinterpretazione di alcune cover ad una serie di pezzi propri straordinari. Il pubblico fermamente piantato nel freddo e nel fango non ne voleva sapere di andare via, troppo bello lo spettacolo. Una fusione perfetta che affonda nel blues-rock con forti contaminazioni hard-rock, una magica mistura che ha stappato una bottiglia di Krug musicale come se ne vedono poco. E la jam sessione con i Padrini a chiudere la notte è stata la ciliegina finale su una torta perfetta. Risparmiate le centinaia di euro spese in gruppi che cantano in playback od improbabili réunion di cariatidi e sfiammatevi sotto questi ragazzi se volete godere di ‘vero’ grande rock.

Band:
Mirko Greco – Voice
Eugenio Bonifazi – Guitar
Marco Molteni – Bass
Raffaele Marchesini – Drum
 
http://www.blackrainrock.com
http://www.facebook.com/pages/The-Black-Rain/137533619623054
https://twitter.com/#!/blackrainrock
http://www.youtube.com/user/TheBlackRainChannel/videos?view=0
https://itunes.apple.com/it/artist/the-black-rain/id414645027?ign-mpt=uo%3D4
http://www.myspace.com/theblackrainrock
http://www.reverbnation.com/theblackrain
http://www.streetsymphonies.com/store.html
http://www.tuttorock.net/recensioni/the-black-rain-water-shape
 
 
MAURIZIO DONINI
Photoset by DANIELE AVERSANO

Credits: si ringrazia il Medicina Rock Festival con Tomas Regazzini, Micciu Argentesi, Sonia Quirico e tutti i volontari per la splendida ospitalità ed il continuo prodigarsi al servizio del rock.