fbpx
Now Reading
Fabi Silvestri Gazzè – Live @ Postepay Rock in Roma Ippodromo Delle Capannelle 30-7 …

Fabi Silvestri Gazzè – Live @ Postepay Rock in Roma Ippodromo Delle Capannelle 30-7 …

Fabi, Silvestri, Gazzè. La chiusura a Roma è una festa tra 20mila intimi amici
Cosa dire che non sia già stato detto sull’evento musicale dell’anno? Probabilmente lo sforzo di risultare originali sarebbe comunque vano visto che de “i tre” si è parlato più o meno ovunque, dalla tv ai social, nelle piazze e nelle metro (dove hanno “improvvisato” performance gratuite durante la promozione de “Il padrone della festa”). Eppure dopo il concerto del PostePay Rock in Roma a Capannelle, che ha chiuso ufficialmente la parentesi “FSG” restituendo a ciascuno la propria carriera da solista, c’era effettivamente nell’aria una strana, nuova sensazione. Qualcosa che vale la pena spiegare…

Fabi, Silvestri, Gazzè. Come dire Nic, Daniele, Max.
Sì, perchè se già da soli, ognuno per la propria strada, erano riusciti a costruire con i fan un rapporto confidenziale e genuino, i tre artisti della “scuola romana”, cresciuti a suon di live nei locali della Capitale degli anni ’90, unendosi hanno toccato con il loro pubblico livelli di complicità che solo tra amici si possono raggiungere. Con la scelta di chiudere a Roma la loro avventura (“che poi un addio è sempre un arrivederci” cit. Silvestri) si sono voluti dedicare una serata “tra le mura amiche” rilassandosi e divertendosi come si fa quando si torna a casa e ci si toglie le scarpe, come tante volte gli sarà capitato durante le prove del tour o in concertini improvvisati sulla terrazza di qualche amico nelle sere d’estate. Ecco, questo è stato il concerto di Capannelle del 30 luglio: un indimenticabile falò tra intimi amici. Il fuoco non c’era, ma rende l’idea.

Il fatto che i “pochi intimi” fossero 20mila, poi,  ha reso tutto più magico e che tra questi ci fossero anche i fan dell’altro “ultimo concerto” (che poi è diventato il penultimo) dell’Arena di Verona, ai quali è stato concesso l’ingresso omaggio, ha reso la chiusura del tour una vera e propria festa. Un trionfo di genuinità, schiettezza ed emozioni senza filtro (stecche comprese e stra perdonate); un modo per dire “grazie” per tutto l’affetto ricevuto in questo anno, per i consensi, per gli applausi, per le mani alzate a fine concerto. Le due ore abbondanti di live, volato via tra “Vento d’estate”, “Costruire”, “Favola di Adamo ed Eva”, “Cohiba” e gli altri vecchi e nuovi successi dei tre, culminano in un finale se possibile ancora più emozionante in cui il pubblico saluta Nic, Daniele, Max e la straordinaria band, cantando all’unisono “Alzo le mani”. E mentre tutti lasciano il palco, Niccolò resta incantato a guardare le 40mila mani alzate del Rock in Roma. L’amico Max torna indietro, gli dà una pacca sulla spalla e insieme raggiungono Daniele e gli altri. Stavolta è finita davvero (almeno per ora…). 
 

MARTINA VASSALLO
Photoset by TAMARA CASULA
Setlist:
Alzo le mani
Life is sweet
Sirio
Una buona idea
Il flamenco della doccia
L’amore non esiste
Come mi pare
Ma che discorsi
È non è
Il solito sesso
Vento d’estate
Il mio nemico
L’avversario (Annina mia
Rosso
L’uomo più furbo
Dica
Le cose che abbiamo in comune)
Mentre dormi
Costruire
L’autostrada
Capelli
Occhi da orientale
Il timido ubriaco
Cara Valentina
Il negozio di antiquariato
Testardo
La favola di Adamo e Eva
Lasciarsi un giorno a Roma
Salirò
ENCORE:
Sornione
Una musica può fare
Gino e l’alfetta
Sotto casa
Cohiba
Il padrone della festa

http://www.postepayrockinroma.com 
http://www.fabisilvestrigazze.com
https://www.facebook.com/FabiSilvestriGazze
https://twitter.com/FSG_LifeIsSweet
https://www.youtube.com/user/fabisilvestrigazze
https://plus.google.com/105594538400190778593
http://instagram.com/fabisilvestrigazze

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.