Now Reading
TATTOO EXPO BOLOGNA 2018 – Live @ Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO) 6/7/8-4-2018

TATTOO EXPO BOLOGNA 2018 – Live @ Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO) 6/7/8-4-2018

Era il 1993 quando nacque il Tattoo Expò a Bologna, dopo un quarto di secolo Marco Leoni e Genziana Rocco la riportano a Bologna nella splendida cornice della Unipol Arena. 13.000 visitatori con oltre 300 tatuatori provenienti da ogni parte del mondo hanno riempito l’anello superiore dell’Arena e tutto il grande parterre con i loro stand. Tra questi ci saranno Arjan Pi Bangkating, monaco buddista thailandese che ha cominciato a tatuare a 21 anni, realizzando solo tatuaggi sacri, i Sakyant, cioè disegni che curano, proteggono, rafforzano l’anima; la tatuatrice brasiliana Monique Peres, enfant prodige della macchinetta, che ha iniziato a tatuare a 12 anni e con il suo stile neo-traditional ha conquistato le giurie delle migliori convention mondiali; e ancora Jo Arancibia, dal Cile, Ichibay dal Giappone, Jenna Kerr dall’Inghilterra, Jondix dalla Spagna.

Una organizzazione perfetta che si ha mostrato una infinità di arti e diverse tecniche, e per la prima volta il concorso “Best old tattoo”, premiando il miglior tatuaggio precedente il 2000. La giuria presente era di altissimo livello comprendendo lo svizzero Filip Leu, che ora lavora con la moglie Titine nel suo studio “The Leu Family’s Family Iron” a Sainte-Croix in Svizzera, sono anche i fondatori dell’Art Fusion Experiment, una combo mondiale di tatuatori specializzati in live paintings a più mani. Ancora Tin-TIn, straordinario tatuatore francese già fondatore della convention “Mondial du Tatouage”; tra i suoi clienti stars come John Galliano, Paul Gaultier, il rapper Joey Starr, il produttore Philippe Starck.. E poi l’inglese Luke Atkinson, specializzato in tatuaggi artistici giapponesi che studia dall’età di 11 anni, fatto che gli ha permesso di diventare un maestro della tecnica “Neo-Japanese”.

Il weekend ha visto dirigere il palco il mitico Andrea Rock di Virgin Radio, che ha diretto le operazioni sul palco. Uno stage che è stato anche arricchito di musica con le esibizioni musicali del corpo di danza thailandese con la sua ‘Fon pang’, una danza religiosa buddista. Poi la band bolognese neo-rockabilly Lucky Strike, ed i 7th Break, trio punk rock/alternative. Ed ancora abbiamo assistito all’esibizione della performer giapponese Sana Sakura, seguita dai Coffeekillers, band italiana all’insegna del rock’n’roll. Restando in tema di tatuaggi da rimarcare la vitalità della regione ospitante l’evento, l’Emilia-Romagna ha partecipato con ben 22 tatuatori appartenenti a 14 studi diversi. Nell’ambito della manifestazione si sono tenuti anche due workshop, uno sulle tecniche di pittura del teschio con colori ad olio, ed uno di pittura vera e propria. Entrambi a cura del losangelino Shawn Barber. Poi due splendide Exhibition, Alfredo Raimondi aka Mojo con i suoi panorami oscuri ed in perfetta armonia rappresentati da olio su tela, ed il progetto Manocculta con la sua mission di divulgazione artistica basata sulla sfera occulta/esoterica intrisa di bizzarria.

MAURIZIO DONINI
Photoset by NINO SAETTI
 
Credits: si ringrazia il Tattoo Expò per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.
 
Tattoo Expo Bologna c/o Unipol Arena Casalecchio di Reno (Bologna)
Sito:
http://www.tattooexpo.info/
FB: https://www.facebook.com/Tattooexpobologna/
Instagram: @tattoo_expo_bologna