Now Reading
18 Febbraio 1990 FREDDIE MERCURY fece la sua ultima apparizione in pubblico insieme ai Que …

18 Febbraio 1990 FREDDIE MERCURY fece la sua ultima apparizione in pubblico insieme ai Que …

Freddy mercury

Il 18 Febbraio del 1990 FREDDIE MERCURY fece la sua ultima apparizione in pubblico, accanto agli altri membri dei QUEEN, durante la manifestazione Brit Awards, tenutasi al Dominion Theatre di Londra. In quell’occasione i Queen ricevettero il premio alla carriera. Agli occhi di tutti Freddie apparve estremamente diverso, stanco, riservato, privo di forze e poco partecipe, tanto da riuscire solo a dire “Thank you, goodnight”. Ovviamente ciò andò ad alimentare le voci già insistenti che circolavano in merito ad una presunta malattia, voci che l’entourage della band continuava a smentire. Già dall’anno precedente, il forntman aveva deciso di abbandonare la vita pubblica, scegliendo di smettere di esibirsi in concerto. Per giustificare questa scelta aveva rilasciato una dichiarazione in cui asseriva che “un uomo di 40 anni non può più saltare e cantare su un palco in calzamaglia”, rendendo nota però l’intenzione di voler continuare a fare musica. Mercury poi si trasferì a Montreux, in Svizzera, dove affittò un appartamento, per lavorare assieme alla band nei Mountain Studios. Dopo aver preso coscienza della malattia, infatti, il cantante aveva deciso di continuare a lavorare per la band . Instancabile ed orgoglioso, oltre che conscio dell’importanza della sua voce per i Queen, Mercury registrò tracce vocali di canzoni nuove, fino a pochi mesi prima della sua morte, quando la malattia lo costrinse a smettere. Tracce sulle quali in futuro gli altri tre avrebbero lavorato. L’ultima canzone a cui lavorò fu “Mother Love”. Freddie, stremato e stanco, decise di interrompere le registrazioni per riposarsi, pensando di tornare nei giorni successivi . Ma non ritornò più. La canzone, pubblicata sul primo album postumo dei Queen (Made in Heaven), venne completata dopo la scomparsa del cantante, con la voce di Brian May, che canta l’ultima strofa.