SOUND ZERO – Il primo singolo in italiano “Frammenti”

sound zero 2020 1

In occasione dell’uscita del video del primo singolo in italiano “Frammenti”, ho fatto una chiacchierata con Gioacchino Occhionero, in arte Joe Black, frontman della rock band molisana Sound Zero.

Ciao Joe, bentornato sulle pagine di Tuttorock, come stai e come stanno gli altri ragazzi dei Sound Zero?

Ciao, Marco! Grazie mille, per me, per noi è sempre un onore e soprattutto un piacere tornare sulle pagine di Tuttorock. I Sound Zero godono (per fortuna) di ottima salute e… siamo in procinto di pubblicare altro materiale inedito!

C’eravamo salutati con la promessa di risentirci in caso di novità, e la novità c’è, parlami un po’ di questo nuovo singolo, “Frammenti”, il vostro debutto in italiano in uscita il 13 novembre, com’è nato il brano?

In realtà, “Frammenti” l’ho scritta anni fa ma rispecchia ciò che ognuno di noi ha vissuto, almeno una volta, nella propria vita e, un po’, anche il particolare e difficile periodo storico in cui ci troviamo. Racconta di come sia complicato uscire da un momento difficile in cui sembra che tutto vada in frantumi. Ed è proprio da quei “Frammenti” di ricordi che bisogna trovare il coraggio e ripartire.

Di chi è stata l’idea del video e da chi è stato realizzato?

Il video è stato realizzato da Fabio Manso. Nasce da una mia idea e dai ricordi legati ad un periodo particolare della mia vita, che ha portato, poi, alla nascita di “Frammenti”. Per fortuna, le riprese sono state fatte prima dell’emergenza mondiale del COVID-19.

La lingua inglese è stata messa da parte solo per questo singolo o avete in mente di continuare a scrivere testi in italiano?

Crediamo che la lingua “universale” (se così vogliamo definirla) del rock sia l’inglese e, infatti, scrivere in italiano è stata una cosa nuova ma, per ciò che volevamo trasmettere con questo brano, ci è sembrata la scelta migliore. In generale, credo che continueremo a scrivere in inglese, con delle eccezioni, come in questo caso!

E del talent di La5 Iband cosa mi racconti?

Siamo stati selezionati per questo nuovo talent che nasce proprio per le band. Mediaset ci darà la possibilità di mettere in vetrina il nostro prodotto per quello che è, sperando di essere capiti ed apprezzati per ciò che siamo. Ciò che più ci auguriamo, per il prossimo futuro, è di poter dare anche solo un piccolo contributo per riportare in voga il Rock.

Visto il periodo tremendo, soprattutto per quanto riguarda il settore della musica live, avete in previsione qualche concerto in streaming o attendete tempi migliori per tornare su un palco vero e proprio?

Francamente, viviamo alla giornata, nel senso che viviamo in tempi duri, pieni di incertezze e cerchiamo di adattarci, senza mollare. Abbiamo tanto materiale sul quale lavorare e tante idee da sviluppare, sicuramente, sul nostro canale Youtube (Sound zero Official page) e sulle nostre pagine Instagram e Facebook, ci saranno diverse novità, ma ci auguriamo comunque di poter tornare live, il prima possibile!

A proposito del periodo, tu come hai preso le parole del Ministro Franceschini che ha giudicato “superflua” l’attività musicale e anche quella teatrale?

In altri paesi del mondo, fare il “musicista” significa lavorare, in Italia, dicono: “trovati un lavoro serio”. Spero che il modo in cui ci vedono e l’idea che si ha di questa professione, la chiamo così perché lo è a tutti gli effetti, possa cambiare, un giorno, ma… la vedo dura.

Parliamo di cose più belle, nella prima intervista non te l’avevo chiesto, qual è il tuo sogno musicale più grande?

Il mio sogno più grande sarebbe riempire gli stadi con la nostra musica e sentir cantare, a squarciagola, le nostre canzoni.

Progetti futuri dei Sound Zero?

La priorità è suonare da vivo, indubbiamente. Vogliamo farci conoscere in Italia e all’estero, facendoci apprezzare anche da chi non ama il rock.

Grazie del tempo che mi hai dedicato, vuoi aggiungere qualcosa e salutare chi ha letto l’intervista fin qui?

Se siete arrivati fino a questo punto, vi consiglio di ascoltare la nostra musica e di sostenerci perché sentirete parlare di noi, il rock non morirà MAI. #stayrock

MARCO PRITONI

Band:

Voce: Gioacchino Occhionero (Joe Black)

Basso e cori: Rodrigo Galasso (Ghigo)

Batteria: Dino Petrucci (Dino)

Chitarra e cori: Mattia Fratangelo (Matt)

Chitarra: Simone Pipoli (Simon)

https://www.facebook.com/soundzerorockband/
https://www.instagram.com/sound.zero/
https://www.youtube.com/channel/UC3S2jcEYkHlfaps5NzsPOnA

sound zero joe 2020 1