Now Reading
MEAZZA – “LE PARTI PEGGIORI” E LE RELAZIONI TRAVOLGENTI, TERZO SINGOLO PER L’ARTISTA M …

MEAZZA – “LE PARTI PEGGIORI” E LE RELAZIONI TRAVOLGENTI, TERZO SINGOLO PER L’ARTISTA M …

Siamo molto felici di presentarvi un giovane artista, Meazza. L’occasione è l’uscita del suo nuovo singolo “Le parti peggiori” che dopo “STRxxxO” e “Mari stregati” (vincitore del Festival di Sannolo 2020) tocca un tema sempre attuale, gli amori travolgenti, i sentimenti, ma anche il lato oscuro delle relazioni. Con questo nuovo brano il cantautore milanese inquadra il progetto artistico in un’ atmosfera “elettro-pop” con un testo che tocca, questa volta, le relazioni d’amore e le loro contraddizioni. “Le parti peggiori” è prodotto da Ioska Versari per l’etichetta FLEBO e distribuito da Artist First. Il giovane 25enne cantautore milanese ha  iniziato a scrivere e cantare brani hip-hop fin da giovanissimo, la passione per la musica è nata presto e successivamente ha intrapreso un percorso personale e di crescita artistica, cercando una sua dimensione autentica nell’itpop.  Il nome d’arte che si è dato, è importante e imponente. Meazza e i social: l’artista ha un nome riconoscibilissimo, lo troviamo infatti su Istagram come @meazzacomelostadio.  Nessun dubbio, dritto all’obiettivo: restare in testa e passare alla Storia. Il nome nasce dalla sua passione per il calcio e la fede interista. Quando ha scelto il nome d’arte,  l’ha fatto aprendo a caso un libro illustrato di calciatori storici dell’Inter, ed è uscita la pagina dedicata a Meazza.
“Le Parti Peggiori parla di relazioni complicate”– ricorda Meazza- “di quei rapporti in cui il dolore è grande tanto quanto il sentimento. L’artista intende raccontare tutte quelle storie in cui “ci si mette d’impegno per ferire l’altro”, una sorta di gioco di potere che finisce per far male a tutti, anche a se stessi.
“Amarti è stato come conficcare una stella nel vetro di una finestra”, scriveva la poetessa Alda Merini.
Abbiamo incontrato e intervistato Meazza per Tuttorock:

Parliamo di “Le parti peggiori”, il tuo terzo singolo. come nasce?
Le Parti Peggiori tratta un argomento importante: l’aspetto “black” dell’amore. La manipolazione, l’ego, le insicurezze e tutti quegli elementi che ci portano a condurre relazioni “tossiche”. Il brano è nato, come sempre per i miei brani, di getto. Mi sono trovato a fare i conti con questa tematica solo dopo averla trattata e, di conseguenza, a fare i conti con ciò che stavo vivendo. Questo mi ha permesso di uscirne e di vivere i miei rapporti successivi con più consapevolezza.

Qual è la tua idea creativa?
Cerco di comunicare con la parte sommersa del mio pensiero, quella che non sono in grado di controllare. Quando questo accade, nascono le canzoni.

Quando nasce la tua passione per la musica?
Il progetto Meazza nasce nel 2018. La mia passione per la musica è nata con me, fin da bambino suonavo e cantavo con mio fratello. Ho attraversato diverse fasi creative che alla fine mi hanno portato a voler fare questo di mestiere.

La musica è un mestiere, un lavoro. Quanti sacrifici sei disposto a sopportare, soprattutto in questa epoca complicata per lo spettacolo e la musica?
Nulla è un sacrificio se lo si vede con l’ottica giusta. Sacrificio sarebbe perdere il mio sogno, tutto il resto è un contorno. Se ogni mattina mi sveglio e penso che qualcosa accadrà, alla fine accadrà. E anche i tempi miglioreranno.

In cosa si differenzia l’itpop?
Non amo le etichette in generale anche se so che dietro al lavoro discografico ci sono tante regole, tanto studio e lo rispetto. Per Itpop s’intende quella nuova scuola di cantautorato indie. Ma per me non c’è differenza.

https://www.instagram.com/meazzacomelostadio/?hl=it
https://www.facebook.com/meazzacomelostadio

Alessandra Paparelli