Now Reading
MISTERISEPARLI – Speedbeforedeath

MISTERISEPARLI – Speedbeforedeath

Giocando un po’ sul particolare nome di questo duo pescarese, effettivamente i Misteriseparli parlano poco, dei sei brani contenuti in “Speedbeforedeath”, solo uno è cantato, gli altri sono totalmente strumentali. I Misteriseparli sono Pepi e Andrew che si uniscono una decina di anni fa per creare questo progetto con l’intento di far ballare, muovere e divertire, ma lo fanno creando un sound che ci riporta al funky e alla dance che si ascoltava nelle discoteche più di quarant’anni fa e si sente nei lunghi brani anche una voglia di sperimentare, una ricerca musicale costante e anche una cultura musicale di base, perchè senza entrare in polemiche, oggi è un po’ latitante. C’è funky ed elettronica nel primo lungo brano “Do You Some Wanna Get Some?”, ritmiche ed atmosfere che invitano a ballare, un sound che ci riporta nelle discoteche di fine anni 70 ed inizi 80 e sono tre i nomiche mi vengono in mente, due sono nomi forse dimenticati come Cerrone e Gino Soccio che quel periodo fecero ballare tutta Italia e per le incursioni elettroniche bisogna chiamare in causa Giorgio Moroder.

Il successivo brano segue le stesse atmosfere del precedente, “Houstoned”, altra lunga song dove l’elettronica ha più modo di sfogarsi ed i Rockets, quelli più ballabili, non sono poi così lontani. Dopo due brani di una durata che oltrepassa i sette minuti, arrivano i nove minuti di “Bengala”, un brano che assorbe anche un po’ di sonorità psichedeliche, ritmiche più lente e un po’ tribali e una chitarra psych/beat, vero perno centrale del brano, un viaggio introspettivo con forti colori psichedelici. Un sound più moderno lo ha “Speed Before Death”, unica traccia cantata e il duo pescarese vuole far continuare a ballare ma sempre cercando di proporre musica commerciale, ma mai banale e con una continua ricerca musicale e questo è un grande pregio per loro. In “Fosso Grande” appare anche una chitarra acustica che si contrappone a ‘rumori’ elettronici, dieci abbondanti minuti che affascinano per quelle progressioni strumentali e per quella voglia di sperimentare senza però sconvolgere troppo l’ascoltatore, brano che va più che altro ascoltato attentamente per carpirne tutte le sue sfumature, più che ballato. In chiusura “Bang-Ra”, un altro affascinante viaggio nella musica psichedelica con variegature d’oriente. Una proposta musicale molto interessante che unisce vari universi musicali, un proposta che guarda indietro ma consapevole di vivere in anni molto diversi.

FABIO LOFFREDO

Tracklist:

  1. Do You Wanna Get Some?
  2. Houstoned
  3. Bengala
  4. Speed Before Death
  5. Fosso Grande
  6. Bang-Ra

Label: Vina Music/Beleive
Genere: Funky/Dance/Electronic/Psychedelic
Anno: 2022

0
/10
VOTO