fbpx
Now Reading
LA JANARA – Tenebra

LA JANARA – Tenebra

la janara CD

La Janara era una strega del meridione, precisamente delle parti di Benevento, una strega raccontata nella tradizione del mondo contadino, esperta di erbe e riti magici e aveva anche lei un punto debole, i capelli. Una storia che rivive in “Tenebra”, secondo album dei La Janara, band doom della provincia di Avellino. Già con “La Janara”, primo album uscito nel 2017, la band apriva le porte ad un sound cupo, doom, ma anche con qualche accenno folk e psichedelico e con “Tenebra” continuano a portare in questi oramai anni venti del nuovo millennio, la storia di queste streghe. Il sound è sempre cupo, ruvido e i brani sono trascinanti e ben interpretati e suonati. I membri della band hanno anche qui il loro ruolo, la strega, la janara è impersonificata dalla cantante Raffaelle Cangero, il boia dal chitarrista Nicola Vitale, l’inquisitore dal bassista Rocco Cantelmo e il mercenario dal batterista Antonio Laurano. “Malevento” è hard rock con riff di chitarra graffianti e “Mater Tenebrarum” cammina su sentieri vicino al doom metal, Black Sabbath in primis, ma il cantato in italiano e un ritornello più orecchiabile avvicina la band ad un rock italiano aggressivo, mentre tracce più progressive e cupe sono le atmosfere di “Violante Aveva Un Osso Di Capra”, che ha anche momenti acustici. Da segnalare anche brani come “Tenebra”, ottimo brano dove torna il doom metal con riferimenti anche epici e gli arpeggi cupi di chitarra non fanno non pensare a Tony Iommi e quando le chitarre diventano più metal, anche la voce raggiunge vette più alte e “Mephis”, brano più veloce tra rock italiano e metal classico e con un ritornello molto orecchiabile che fa da contrasto ai duri riff di chitarra. Altri brani da segnalare sono “Il Canto Dei Morti” un perfetto incontro tra i Black Sabbath e i nostri Death SS e con avvolgenti intermezzi acustici e ancora “Volano I Corvi…” brano molto più melodico e con belle armonie e a tratti prog. Chiude il cd “Ver Sacrum”, heavy rock con chitarre aggressive, atmosfere anche epiche e ottime parti vocali. Un viaggio in tempi lontani, di leggende ben raccontate dalla musica dei La Janara.

FABIO LOFFREDO

Tracklist:

  1. Malevento
  2. Mater Tenebrarum
  3. Violante Aveva Un Osso Di Capra
  4. Tenebra
  5. Mephis
  6. Cera
  7. Il Canto Dei Morti
  8. Volano I Corvi…
  9. Or Poserai Per Sempre
  10. Ver Sacrum

Label: Black Widow Records
Genere: Rock/Hard Rock/Heavy Metal/Doom Metal
Anno: 2019

0
/10
VOTO
la janara band

Band:
La Janara (Raffaella Cangero): Voce
Il Boia (Nicola Vitale): Chitarra
L’Inquisitore (Rocco Cantelmo): Basso
Il Mercenario (Antonio Laurano): Batteria

Special Guests:
Riccardo Studer: Tastiere, pianoforte e orchestrazioni
Alessio Cattaneo: Basso, batteria e programmazione
Alessandro Liccardo: Chitarra
Giulian Latte: Voce

https://www.facebook.com/lajanara/

 

s

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.