Now Reading
AWAKENING BEYOND Vocalists : Tina Turner, Regula Curti, Ani Choying, Dima Orsho, Sawani Shende Sathaye, Mor K …

AWAKENING BEYOND Vocalists : Tina Turner, Regula Curti, Ani Choying, Dima Orsho, Sawani Shende Sathaye, Mor K …

AWAKENING BEYOND

Vocalists : Tina Turner, Regula Curti, Ani Choying, Dima Orsho, Sawani Shende Sathaye, Mor Karbasi
Producer & Composer:  Kareem Roustom Eseguito dalla Philharmonia Orchestra London
Genere: Wold Music, Spiritual, Meditation, Classical

Uscito il 10 Novembre 2017

Foto

Il progetto Beyond, creato da Tina Turner in collaborazione con Regola Curti e Dechen Shak-Dagsay, nasce nel 2008, con lo scopo di comunicare un messaggio di pace, tolleranza ed amore nel mondo, attraverso il linguaggio universale della musica;
“Awakening Beyond” si inscrive pertanto in questo scenario, di cui costituisce il
Quarto disco.

“Mi sento partecipe del più grande progetto a cui abbia mai collaborato” – afferma Tina Turner.

Le tracce audio si compongono di Preghiere Cristiane, così come a tutte le Divine Madri, Dee e Sante Hindu, canzoni e cantilene Tibetane, che raccolgono in sé il patrimonio culturale di diverse religioni, ma anche etnie, attraverso l’utilizzo di strumenti antichi e della voce, raggiungono il cuore dell’ascoltatore, che non potrà far altro che sentirsi coccolato dall’ascolto.

Ogni brano ricrea l’atmosfera magica di un luogo dell’anima, diventando parte di un risveglio globale, che incita al mutuo rispetto ed al dialogo tra culture e tradizioni spirituali differenti.

“Awakening Beyond” differisce in modo sostanziale da album di genere affine, in quanto la ricerca spirituale contenuta in esso, riflette un ben più ampio progetto di ricerca di condivisione e pace, che in passato ricevette anche l’encomio ed approvazione di Sua Santità il Dalai Lama.

Ciascuna identità spirituale risplende nel rispetto della sua autenticità ed unicità, rafforzata ed esaltata nel contrasto con le altre, ma unita nel riscontro finale di un messaggio d’amore. Il miglior esempio concreto di quanto il rispetto possa far coesistere in armonia realtà diverse.

Se come recita Christopher McCandless autore di “Into the Wild”: “Happiness is real only when it’s shared” (la felicità è vera solo quando è condivisa), l’album testimonia l’intenzione di celebrare le diverse culture e credo religiosi del gruppo, che vanta al suo interno 6 membri ed esponenti di altrettante religioni, di cui ben tre nuove artiste: Dima Orsho dalla Siria, Ani Choying dal Nepal e Mor Karbasi da Israele.

Il produttore Siriano-Americano Kareem Roustom ha scritto lo spartito originale che è stato eseguito dalla Philharmonia Orchestra London presso gli Abbey Road studio di Londra.

“Tentare di analizzare l’amore del Creatore per il mondo è oltre la nostra comprensione. Sarebbe come cercare di dare un senso logico alle stelle”
La nostra finalità non è quindi quella di esaminarlo.
Tutto ciò che ci occorre conoscere è l’amore per noi.
​L’amore non ha confini, né barriere.”

Voto: 5/5

Elena Arzani