fbpx
Now Reading
SKOM – “Chi odi sei” in anteprima streaming esclusiva su Tuttorock

SKOM – “Chi odi sei” in anteprima streaming esclusiva su Tuttorock

Foto

Parzialmente registrato fra le grida e il salmastro di Palermo (alla residenza artistica Indigo, teatro degli album di Niccolò Carnesi, Di Martino, UnePassante…) e terminato nella campagna romagnola dello studio Cosabeat di Franco Naddei (sarto del rumore per Pieralberto Valli, John De Leo, Hugo Race…)
”Chi Odi sei” si avvale della decisiva collaborazione di Simona Norato, già Vestale del suono di Cesare Basile. 
E’ proprio su quella Magna Grecia istintiva e ancestrale che si focalizza l’album, radice profonda del nostro agire, culla della violenza coltivata per affermarsi, la stessa che, intatta, guida le nostre sorti oggi come allora.
La presenza e contrasto fra i due universi è rintracciabile ovunque. La pulsazione ritmica che pervade il lavoro oscilla fra gli estremi ossessivi di tammorra, lamiera e sequencer. La lingua italiana si mischia con la stessa bipolarità alla lingua palermitana di “Arpie” e “Nuddu Ca Veni” e all’inglese di “Scilla”.
Gli evidenti riferimenti all’Odissea sono un pretesto per disegnare figure di claustrofobica miseria in cui l’odio è l’unica strada per uscire dalle bare in cui sono sepolte vive.

Sei chiodi chiudono la bara in cui è sepolto chi sei.
Il primo hai provato a toglierlo con denti, fatica, sudore.
Puoi sentire la voce di chi ride dei tuoi tentativi, di chi odierà ciò che otterrai.
Una maga promise di toglierti il secondo, piantato nel cranio. 
E così ti fece suo prigioniero.
Il terzo chiodo lo piantasti nell’occhio di un ciclope.
Non saresti mai più stato lo stesso.
Il quarto chiudeva il sesso della tua sposa perché così volevi che fosse
Urlò quando riuscì a estrarlo.
Con un altro, piazzato nella gola di una sirena, voce interiore, deturpasti per sempre la tua bellezza
Col sesto avevi inchiodato il cuore della tua amante più devota.
Che quando finalmente riuscì a staccarlo dal petto, lo mise in vendita.
Chi odi sei

​https://www.facebook.com/somekindofmakeup