fbpx
Now Reading
RINKY TINKY JAZZ ORCHESTRA – ESCE IL 6\12 ‘DREAMERS’

RINKY TINKY JAZZ ORCHESTRA – ESCE IL 6\12 ‘DREAMERS’

Rinky Tinky jazz orchestra

ESCE IL 6 DICEMBRE “DREAMERS” IL DISCO D’ESORDIO DELLA RINKY TINKY JAZZ ORCHESTRA
(JSM – Distribuzione GOODFELLAS)

L’ALBUM VERRA’ PRESENTATO IN ANTEPRIMA IL 30 NOVEMBRE CON UN EVENTO LIVE STREAMING IN DIRETTA MONDIALE

Sabato 30 novembre 2019 Rinky Tinky Jazz Orchestra
inizio concerto e streaming ore 19
Durata concerto: 2 ore circa
CONCERTO AD INVITI

Esce venerdì 6 dicembre “DREAMERS”, il disco della RINKY TINKY JAZZ ORCHESTRA, straordinario ensemble guidato dal sassofonista GIUSEPPE RUSSO. L’album, registrato in presa diretta, raccoglie quattro composizioni originali e sei grandi classici della musica e del cantautorato italiano, completamente riarrangiati.

L’album, che è stato anticipato dal videoclip del brano “Dreamers”, sarà presentato in anteprima, sabato 30 novembre, in diretta streaming mondiale da un’antica villa romana. 100 fortunati invitati avranno la possibilità di ascoltare il concerto con cuffie wireless di altissima qualità per una full immersion sonora indimenticabile. L’evento, infatti, non sarà aperto al pubblico ma sarà possibile accedervi solo su invito. Mentre la diretta streaming sarà visibile su un canale dedicato della piattaforma Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCWD4Ta69JzQYfROBHX9op2w/live

Link al videoclip del brano “Dreamers”, primo estratto dal disco: https://youtu.be/rcDhteEZtu4

“DREAMERS” – IL DISCO

A metà strada tra Snarky Puppy e Tower of Power, è un disco completamente “suonato”, senza sovraincisioni, aggiustamenti o correzioni, dove l’elemento tecnologico è utilizzato esclusivamente come inevitabile processo di produzione. Si sente l’impronta umana, l’aria degli strumenti, la dinamica delle performance, l’elasticità degli arrangiamenti che rendono “Dreamers” un disco da ascoltare tutto di un fiato, elettrizzante ma anche carezzevole.

Una curiosità; il nome “Rinky Tinky” (letteralmente “tintinnio”) è tratto dalle parole di una strofa contenuta nel testo originale di “Everybody wants to be a cat”, canzone che in italiano è divenuta “Tutti voglion fare il Jazz”, e che appartiene al capolavoro di animazione Disney “Gli Aristogatti”. Rinky Tinky è anche la parola associata al ritmo swing che la bacchetta fa sul piatto della batteria.

“A square with a horn / Makes you wish you weren’t born / Ev’rytime he plays / Oh, a rinky tinky tinky / With a square in the act / You can set music back / To the cave man days / Oh, a rinky tinky tinky / Yes, ev’rybody wants to be a cat”

 (Da “Ev’rybody wants to be a cat” – The Aristocats)

TRACKLIST RINKY TINKY JAZZ ORCHESTRA – DREAMERS
01_Dreamers – 5:05
02_The place where I belong – 4:45
03_Groove me (strumentale) – 4:36
04_Move it on, Rinky Tinky! – 6:47
05_Caruso – 6:39
06_Ti sento – 4:22
07_Se telefonando – 4:51
08_A far l’amore comincia tu – 3:59
09_Parla più piano – 4:41
10_Nel blu dipinto di blu – 5:41

GUIDA ALL’ASCOLTO DEL DISCO BRANO PER BRANO

DREAMERS: Lo possiamo considerare un Move it on 2.0 lo storytelling continua, siamo un gruppo di sognatori che vogliono girare il mondo divertendosi insieme e facendo divertire chiunque abbia ancora voglia di sognare. “Life has always been for Dreamers”

THE PLACE WHERE I BELONG: Rappresenta, nella ricerca spasmodica di portare un modo di pensare la musica originale, la difficoltà ed i momenti bui che purtroppo non mancano nella crescita di un progetto così grande e ambizioso. Ma sempre con l’idea che la strada percorsa è quella giusta.

GROOVE ME: La scelta di un brano strumentale è legata principalmente alla ricerca di una vera e propria sigla dei Rinky Tinky, qualcosa che ci rappresentasse in tutto e per tutto. Ambrogio Frigerio e Enrico Cremonesi sono riusciti a creare un tema che non puoi fare a meno di canticchiare.

MOVE IT ON: E’ l’inizio della nostra storia. Descrive sia nel testo che nella musica la nascita di questo progetto e il bisogno da parte mia di realizzarlo e di trasmettere a tutti l’energia e la passione che ci  rappresentano.

CARUSO: Lucio Dalla sicuramente è uno dei cantautori che più mi ha inspirato musicalmente e a cui sono ancora tanto legato. Caruso sicuramente è la sua più bella opera d’arte e noi volevamo rendergli omaggio.

TI SENTO: E’ semplicemente una esplosione di energia vestita in maniera perfetta dalla voce di Erika Scorza che invita l’ascoltatore a saltare dalla sedia.  “una bella scoperta….” Carlo Marrale.

SE TELEFONANDO: Nel nostro percorso, dedicato agli artisti italiani che hanno reso grande il nostro paese, non potevamo non omaggiare la grande Mina. Inserendo strumenti delicati come l’oboe ed il fagotto ho voluto dare risalto all’eleganza del brano, mettendo sottolineando la poliedricità della mia Big Family.

A FAR L’AMORE COMINCIA TU: In questo brano abbiamo voluto esagerare, stravolgendolo completamente. L’utilizzo di 8 strumenti a fiato e del quartetto d’archi sostenuti da un time ritmico accattivante ha contribuito a dare una versione completamente diversa di un brano conosciuto in tutto il mondo. Rappresenta il nostro “Mood for fun”

PARLA PIU’ PIANO: Grazie a mio padre (siciliano doc) sono sempre stato molto legato a questa melodia che è il simbolo di uno dei film più intensi di Francis Ford Coppola. Quando ho scoperto l‘esistenza della versione italiana del testo scritto da Gianni Boncompagni, ho subito pensato che doveva far parte della nostra storia musicale.

NEL BLU DIPINTO DI BLU: Quando nel mondo si parla della canzone italiana, il primo pensiero va a “volare”. Beh Rinky Tinky ha tutte le intenzioni di spiccare il volo.

CREDITI COMPLETI

Dreamers scritto e arrangiato da Stefano Ciuffi, testi di Virginia Fabbri
The place where I belong scritto e arrangiato da Stefano Ciuffi, testi di Virginia Fabbri
Groove me  scritto e arrangiato da Ambrogio Frigerio ed Enrico Cremonesi.
Move it on, Rinky Tinky! scritto e arrangiato da Stefano Ciuffi, testi di Francesca Pirami
Caruso (Lucio Dalla) arrangiato da Stefano Ciuffi
Ti sento (Matia Bazar) arrangiato da Federico Ferrandina
Se telefonando (Mina) arrangiato da Federico Ferrandina
A far l’amore comincia tu (Raffaella Carrà) arrangiato da Federico Ferrandina
Parla più piano (Larry Kusik e Gianni Boncompagni) arrangiato da Federico Ferrandina
Nel blu dipinto di blu (Domenico Modugno) arrangiato da Andrea Leprotti
Hanno suonato nel disco: Giuseppe Russo, Tommaso Costantini, Carlo Maria Micheli, Alessandro Tomei, Claudio Giusti, Ambrogio Frigerio, Enzo De Rosa, Antonio Padovano, Mirko Rinaldi, Alessandro Corsi, Andrea Colella, Francesco De Rubeis, Fabrizio Aiello, Danilo Hombres, Stefano Ciuffi, Stefano Profazi, Federico Ferrandina, Edoardo Petretti, Roberta Gentile, Ilaria Paolucci, Frances Alina, Erika Scorza, Irene Cedroni, Fabrizio Giorgi, Silvia Celestini Campanari, Francesca Ciampa, Gianmarco Corinto, Floria Girolami, Noemi Lanzi, Elisa I, Andrea Camerino, Lorenzo Rundo, Angelo Maria Santisi, Max De Aloe, Dario Panza, Clio D’Alessandris, Remo Izzi, Antonio Carluccio, Carmine Ioanna, Emiliano Begni, Riccardo Rinaudo, Andrea Carta.
Album Prodotto da Jsm S.r.l.s.
Direttore Artistico: Giuseppe Russo
Registrato: Village Recording Studio (Roma), Load District (Roma) e Forward Studios (Grottaferrata)
Ingegnere del suono: Gianluca Siscaro
Mix & Mastering: Gianluca Siscaro – Village Recording Studio Roma
Federico Pelle – The Basement Studio (VI) per A far l’amore e di Nel blu dipinto di blu
Graphic Design: Roberto Vagnarelli – Bearts Studio
Ph Credits: Stefano Caporilli

RINKY TINKY – BIOGRAFIA

La Rinky Tinky Jazz Orchestra nasce nel 2016 dal desiderio di Giuseppe Russo di unire tre aspetti spesso introvabili nella musica contemporanea: l’alta qualità della musica suonata, i migliori palcoscenici in cui esibirsi in tutto il mondo e un’esperienza divertente e piacevole per il pubblico e per gli stessi musicisti.
La Rinky Tinky Jazz Orchestra è un insieme di musicisti professionisti di diversa provenienza geografica, cronologica e musicale. Da Milano a Catania sulla strada per Roma e Firenze, l’estrazione musicale dei membri è eterogenea; partendo da una base classica, ogni artista condivide le sue qualità e abilità per creare qualcosa di nuovo.
Da questi princìpi, il desiderio di esportare la cultura italiana in tutto il mondo.
I quattro arrangiatori dell’orchestra –  Stefano Ciuffi, Federico Ferrandina, Ambrogio Frigerio e Andrea Leprotti – con i loro diversi stili e approcci alla musica jazz, hanno dato alla Rinky Tinky Jazz Orchestra la possibilità di spaziare tra diversi generi musicali senza perdere il proprio unico sound.
La Rinky Tinky Jazz Orchestra ha affrontato tutti gli aspetti degli arrangiamenti; da armonico a melodico e ritmico. Tutto questo lavoro è stato fatto divertendosi come vecchi amici che si ritrovano a mangiare e bere insieme come una vera famiglia.
Esce il 6 dicembre “Dreamers”. L’album, registrato in presa diretta, raccoglie quattro composizioni originali e sei grandi classici della musica e del cantautorato italiano, completamente riarrangiati

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.