Now Reading
PANDEMONIUM Dopo l’anteprima su Repubblica Tv fuori il nuovo video della Med Free Orkestra

PANDEMONIUM Dopo l’anteprima su Repubblica Tv fuori il nuovo video della Med Free Orkestra

med free orchestra

Nel suo decimo anno di attività la MFO torna con un nuovo sound, nuovi musicisti e nuove idee. Da qui nasce Pandemonium, il primo brano del nuovo progetto discografico della band, scaturito dalla linfa che muove oggi la MFO e che uscirà nella primavera del 2021. Il nuovo videoclip della MFO è una piccola opera d’arte, creata dal regista – e artista – Andrea “Spentriu” Rinaldi. Andrea non ha un rapporto idilliaco con gli storyboard. Il risultato è, come lui stesso dice, un video senza una vera e propria storia. Un lavoro per immagini, dove tutti i musicisti si sono messi in gioco e fatti dipingere per creare un melting pot di colori.  Un’amalgama poetica che avanza sulle note creando volti immaginifici. Il videoclip è l’idea di un progetto artistico a tutto tondo, dove la musica si sposa con le immagini. Il body painting è sul corpo di coloro che suonano Pandemonium ed anche su coloro che hanno realizzato il video; è la cifra artistica che contraddistinguerà il lavoro della MFO nel prossimo futuro. Pandemonium è il primo di 3 video, che rappresenteranno il nuovo percorso della Med Free Orkestra.

Pandemonium è un brano scritto dalla pianista jazz Sade Mangiaracina, premiata nel 2019 anche dalla rivista Musica Jazz e ora musicista stabile della Med Free Orkestra. E’ nato, come tutto l’album, durante il lockdown, quando Sade ha sentito l’esigenza di raccontare quello che stava accadendo in quel periodo orribile per lei, per noi e per tutto il mondo.  Pandemonium è il racconto di reazioni ed emozioni attraverso la musica e i diversi colori delle note, con cui è stato esorcizzato il caos e le paure di quei mesi e di questi giorni. E’ un viaggio nel suono, un gioco musicale che parla senza parole, che racconta una storia senza immagini, perché ognuno può crearle ascoltandola e che musicalmente è stato scritto in tempi composti…come quelli che stiamo vivendo. Le voci che si intrecciano tra le note sono quelle dei cantanti della MFO, Silvia Aprile e Frank Armocida.

La MFO nasce nel 2010 nel quartiere romano Testaccio da un’idea di Francesco Fiore. In tutti questi anni di attività l’orchestra è stata un concentrato di suoni, ritmi e culture, facendo dell’esperienza musicale anche un’esperienza umana condivisa.  Tanti musicisti si sono avvicendati nell’ensemble in questi anni, regalando alla MFO un cuore colorato e aperto, senza confini di suoni, senza limiti definiti. Un cuore che ha consentito all’orchestra di creare un organico unico nel suo genere e che parla un’unica lingua, quella del mondo: la Musica!
La MFO è formata da Sade Mangiaracina (Piano,Tastiere, Synth), Silvia Aprile (Voce), Ismaila Mbaye (Voce e Percussioni), Franck Armocida (Voce, Chitarra e Percussioni), Salvatore Maltana (Basso elettrico e Contrabbasso), Marco Severa (Flauto e Sax Baritono), Stefano Scarfone (Chitarra Elettrica e Acustica), Augusto Ruiz (Trombone),  Gabriele Buonasorte (Sax) e Ciro Viola (Batteria). La direzione di produzione è affidata al suo fondatore, Francesco Fiore.