Now Reading
Esce oggi 18 dicembre “NAVIDAD DE LOS POBRES” la canzone di Natale dei CACAO MENTAL

Esce oggi 18 dicembre “NAVIDAD DE LOS POBRES” la canzone di Natale dei CACAO MENTAL

cacao mental navidad de los pobres

Tra i principali esponenti della Cumbia in Italia, i Cacao Mental hanno già all’attivo una collaborazione con Jovanotti che li ha scelti per la scrittura del brano Fiesta (incluso nel suo disco per il tour estivo Jova Beach Party) e per la versione, in chiave cumbia, di “Caruso” di Lucio Dalla realizzata per l’iniziativa I love My Radio. In “Navidad de Los Pobres” l’esperienza della cumbia incontra, per la prima volta nella storia di questo genere, le sonorità orchestrali per la pubblicazione di questo brano che diviene, attraverso la narrazione del videoclip girato all’interno del Teatro Civico Toselli di Cuneo, anche pretesto e occasione per fotografare un settore, quello della cultura e dello spettacolo, in grave difficoltà e impoverimento culturale ancora prima che economico, anche (ma non solo) a causa dell’attuale pandemia.

Tra i principali esponenti della Cumbia in Italia, i Cacao Mental hanno già all’attivo una collaborazione con Jovanotti che li ha scelti per la scrittura del brano Fiesta (incluso nel suo disco per il tour estivo Jova Beach Party) e per la versione, in chiave cumbia, di “Caruso” di Lucio Dalla realizzata per l’iniziativa I love My Radio. I Cacao Mental e l’Orchestra della Centrale di Cuneo, diretti e orchestrati da Stefano Iascone, reinterpretano un tradizionale natalizio latino americano, “Navidad de los Pobres”: la canzone è stata pensata come regalo, un presente-pensiero per l’occasione, da diffondere e regalare a sua volta.L’esperienza della cumbia incontra, per la prima volta nella storia di questo genere, le sonorità orchestrali per la pubblicazione di questo brano che diviene, attraverso la narrazione del videoclip girato all’interno del Teatro Civico Toselli di Cuneo, anche pretesto e occasione per fotografare un settore, quello della cultura e dello spettacolo, in grave difficoltà e impoverimento culturale ancora prima che economico, anche (ma non solo) a causa dell’attuale pandemia. Per l’uscita di “Navidad de los Pobres” i Cacao Mental hanno aperto una pagina dedicata sul loro sito, dove poter scaricare la pallina natalizia con la grafica del singolo da regalare e condividere: https://www.cacaomental.it/navidad-de-los-pobres/ 

CACAO MENTAL
CACAO MENTAL, uno show come una cerimonia tribale di animismo tecnologico, party selvaggio e immersivo, esperienza acustica costruita attraverso l’uso esteso di improvvisazione e suoni artificiali per costruire un paesaggio acustico ricco come una jungla: la voce dello sciamano sopra il martellare di grooves elettronici circondati da trombe e chitarre lisergiche. Suggestioni, omaggi espliciti a mariachi, citazioni cinematografiche, cavalcate psichedeliche e riferimenti alla cultura pop che hanno sostituito le allegorie dell’uomo primitivo nel subconscio dell’uomo moderno. Ogni spettacolo di CACAOL MENTAL è uno show unico, è uno stato mentale sulla frequenza della CUMBIA.

ORCHESTRA DELLA CENTRALE
L’Orchestra della Centrale è un progetto dell’Associazione “La Centrale”, attiva dal 2019, con l’obiettivo di creare ambienti di espressione culturale caratterizzati dall’unione di diversi contesti artistici. Unire le arti e formare un grande spettacolo dal vivo dove arti sonore, visive, danza, recitazione, poesia, possano collaborare e portare lo spettatore a percepire maggiormente un senso di opera d’arte totale. Le scelte nel repertorio e nelle collaborazioni sono date, infatti, dalla ricerca di sfumature e sonorità sempre nuove, accattivanti, che possano avvicinare nuove persone agli spettacoli dal vivo. In questo periodo storico particolarmente difficile abbiamo comunque avuto la possibilità di iniziare la nostra avventura realizzando una stagione concertistica con spettacoli che variavano dalla musica classica al tango, dalle opere per bambini alle colonne sonore fino ad arrivare ad uno spettacolo in live streaming, “Stasera Non Viene Nessuno”, nato per dare voce al mondo dei lavoratori dello spettacolo duramente colpiti dal lockdown.