Now Reading
COVO CLUB, Bologna – programma concerti della settimana TaxiWars e Giorgio Poi – 3 e 4 marzo

COVO CLUB, Bologna – programma concerti della settimana TaxiWars e Giorgio Poi – 3 e 4 marzo

Venerdì 3 Marzo:
In concerto:

TaxiWars
(Bel– jazz)

I TaxiWars sono la band formata da Tom Barman, conosciuto anche per essere il fondatore e frontman dei dEUS; con lui il sassofonista Robin Verheyen, il bassista Nicolas Thys e il batterista Antoine Pierre. Il loro recente secondo album si chiama “Fever” ed è composto da 12 tracce immerse nel jazz in tutte le sue declinazioni.
Il comunicato ufficiale che accompagna le apparizioni della band chiarisce le cose e racconta che “TaxiWars è un progetto jazz, non è il cantante rock Tom Barman che si improvvisa crooner con un trio jazz guidato da Robin Verheyen. Questo è un gruppo jazz con una profonda conoscenza della storia del genere ed un amore per il trascinante jazz dei primi anni ’60 dell’etichetta Impulse!. La musica di Pharaoh Sanders, Archie Shepp e Charles Mingus, piena di swing, di una spinta e un bisogno di uscire dai confini del genere. I TaxiWars mostrano una grande energia e sensibilità, orgoglio e ambizione, con una vena punk che allontana il gruppo dalla lussuosa scena jazz, tutto grazie alle accattivanti melodie del sassofonista belga Robin Verheyen e ai tormentati testi di Tom Barman».
Con i TaxiWars è come viaggiaredice BarmanE’ cosmopolita, è l’eccitazione di non sapere esattamente dove stai andando. E’ parte dell’arte di vivere lontano da casa”. (All.: foto)
 
Dicono di loro:Uno dei più grandi fan dei TaxiWars è il newyorkese Ashley Kahn – fra i più influenti critici in ambito jazz al mondo – che dice di loro: “Già conoscevo i dEUS e ora adoro i Taxiwars. Uniscono testi, poesia e jazz ad un’intensità tipica del rock – mi ricordano la risposta all’hip-hop nella New York degli anni Ottanta. Non la stanno copiando ma stanno attingendo dallo stesso tipo di energia. E’ fantastico.”
Ingresso: 16€ (con tessera Hovoc 16/17 gratuita)
Dopo mezzanotte: 5€ (+ 5€ tessera Hovoc 16/17)
 
 Sabato 4 marzo:
In concerto:
GIORGIO POI
(ITA
–pop)
+ L’Albero (Ita-pop)

Fa Niente è l’esordio solista di Giorgio Poi, uscito una manciata di giorni fa. Nove brani in cui le parole accompagnano l’ascoltatore in un immaginario privato, abitato da melodie fluttuanti e dirompenti.

Romano di adozione, Giorgio Poi nasce a Novara e trascorre parte dell’ infanzia a Lucca. Appena ventenne si trasferisce a Londra, dove si diploma in chitarra jazz alla Guildhall School Of Music And Drama. Nel frattempo dà vita alla bando Vadoinmessico, con i quali pubblica il fortunatissimo album Archaeology Of The Future che li lancia in un tour in tutta l’Europa e anche negli Stati Uniti. Il progetto assumerà in seguito una nuova forma sotto il nome Cairobi. Dal 2013 vive tra Londra e Berlino, guardando all’Italia da lontano, e subendo il fascino di cui la distanza la impreziosisce. Così inizia a scrivere alcuni brani in italiano. Ne viene fuori un disco di canzoni d’amore personali, malinconiche e psichedeliche.
Ascoltavo Vasco Rossi, Paolo Conte, Lucio Dalla, Piero Ciampi” racconta Poi “cose che avevo sentito da bambino, ma a cui non ero mai tornato attivamente. Dopo alcuni anni quel sentimento non accennava a smorzarsi, ma anzi si acuiva, spingendomi verso quel mondo che un po’ mi apparteneva per diritto di nascita. Così ho iniziato a scrivere alcune canzoni in Italiano, una dopo l’altra, ed è uscito questo disco”.
 
Dicono di lui:
– Un disco che spazza via in mezz’ora le recenti tossine di Sanremo e tutto il suo rituale, retorico melodramma pop. Un piccolo grande sballo che trasporta l’ascoltatore altrove, sempre vicino al mare, ma su delle “palafitte a forma di astronave”- Repubblica
– Il suo album ‘Fa Niente’ è una bella cartolina agrodolce di un’Italia presente ma filtrata con i colori del passato – Il Fatto Quotidiano
– L’esordiente Poi è oggi la novità più interessante della nostra canzone d’autore – La Stampa
 
In apertura di serata il concerto de L’Albero, il progetto solista in italiano di Andrea Mastropietro, voce e chitarra dei The Vickers, in equilibrio tra la tradizione italiana e le influenze estere. 
 
Ingresso: 10€ (con tessera Hovoc 16/17 gratuita)
Dopo mezzanotte: 5€ (+ 5€ tessera Hovoc 16/17)

 
 ANTICIPAZIONI
 Venerdì 10 marzo: 
in concerto Membranes – A seguire storico dj set di Don Letts. Due leggende rispettivamente del punk e del reggae nella stessa sera!
 
Sabato 10 marzo:
in concerto The Garden. La nuova faccia della scena punk della West Coast.
 
 Informazioni Covo Club:
Indirizzo: Viale Zagabria 1 – Bologna
Info: www.covoclub.itinfo@covoclub.itpress@covoclub.it
Tessera: L’ingresso al Covo Club è riservato ai Soci.