Now Reading
Binker & Moses, la nuova rivelazione del jazz londinese, in concerto a Salerno il 6 se …

Binker & Moses, la nuova rivelazione del jazz londinese, in concerto a Salerno il 6 se …

CHI SONO GLI ARTISTI CHE INAUGURANO ARTERIA

BINKER & MOSES (UK)
Binker Golding (sassofono)
Moses Boyd (batteria)

Miglior gruppo jazz ai MOBO Awards 2015 (il più importante riconoscimento per la musica black nel mondo)
Miglior gruppo emergente e miglior gruppo britannico ai Jazz FM Awards 2016 (tra i più importanti riconoscimenti al mondo per la musica jazz)
Miglior gruppo emergente ai Parliamentary Jazz Awards 2016
 
Binker & Moses sono il sassofonista tenore Binker Golding e il batterista Moses Boyd – due dei più interessanti giovani musicisti inglesi. Incontratosi per la prima volta durante il programma di formazione jazz del contrabbassista/insegnante Gary Crosby dal nome Tomorrow’s Warriors, hanno suonato insieme in vari gruppi sia di grande che di piccolo organico compreso il registrare e suonare in tour come membri della band di Zara McFarlane. Il loro sound  trae ispirazione dal jazz ma riesce ad andare oltre: musica improvisata ma ballabile, con sonorità che ricordano il liricismo urlante dei grandi tenori condito con furiosi poliritimi construiti con swing e molto groove. “Dem Ones” è il loro album di debutto come duo, uscito nel 2015, e che affonda le sue radici negli esperimenti durante i soundcheck e i concerti mentre erano in tour con Zara McFarlane. Nel corso del tempo queste idee iniziali e queste jam sono diventate la base per delle improvvisazioni, e con i loro echi del tardo Coltrane e di Charles Lloyd, sono così orecchiabili e memorabili quanto sono pieni di inventiva, passione e sorpresa. Il loro nuovo album “Journey to the Mountain of Forever”, uscito nel Giugno 2017 ( che nella copertina ricorda i dischi prog degli anni 70), è una storia raccontata in due dischi: il primo presenta il duo da solo mentre nel secondo si aggiungono il sassofonista Evan Parker, il trombettista Byron Wallen, l’arpista Tori Handsley, il suonatore di tabla Sarathy Korwar e il batterista Yussef Daves. Come il precedente, anche questo album è registrato live nello studio di Mark Ronson. Binker & Moses, stanno rivoluzionando gli spartiti del jazz seguendo le orme contemporanee di artisti di grido come Kamasi Washington, BadBadNotGood e Thundercat.

PASQUALE MIRRA (ITA)
– Album del Mese su “Il Giornale della Musica”
– Album della Settimana su All About Jazz
– Miglior vibrafonista italiano 2013, 2014, 2015 per Jazzit
 
Salernitano, è considerato uno dei vibrafonisti più interessanti in Europa. Collabora e ha collaborato con grandi improvvisatori della scena mondiale, tra i quali: Michel Portal, Fred Frith, Nicole Mitchell, Tristan Honsinger, Ernst Rijseger, Rob Mazurek, Ballakè Sissoko, Buch Morris, Lansiné Kouyaté, Jeff Parker, Micheal Blake e con gli italiani Roy Paci, Cristina Donà, Gianluca Petrella, Fabrizio Puglisi e molti altri.  Dal 2008 collabora stabilmente con il percussionista americano Hamid Drake con il quale suona e ha suonato in diversi progetti partecipando a numerosi festival in America e in Europa. Con i Mop Mop, gruppo con cui collabora stabilmente da oltre 10 anni, ha partecipato alla colonna sonora del film  di Woody Allen, “To Rome with Love”. Dal 2015 suona con il gruppo C’mon Tigre ed è membro del Collettivo Bassesfere, associazione per lo sviluppo e la diffusione della musica improvvisata e di ricerca.  In ambito didattico collabora con il Museo della Musica di Bologna e con L’Antoniano partecipando alla realizzazione del progetto rivolto ai bambini diversamente abili, Tamino.

Link ufficiale della rassegna Arteria: https://www.facebook.com/arteriaeventi

Foto