Now Reading
ROOMMATES – Intervista al Pistoia Blues Festival 2022

ROOMMATES – Intervista al Pistoia Blues Festival 2022

ROOMMATES
In occasione della data live al Pistoia Blues Festival del 9-7-2022 in apertura ai Gov’t Mule, ho intervistato Davide Brezzo e Marco Oreggia dei ROOMMATES.

Ciao ragazzi, che bello trovarsi qui al Pistoia Blues Festival, come nascono i Roommates?
MO: Oramai sono 10 anni, quando abbiamo iniziato abbiamo scelto questo nome perché i due chitarristi vivevano assieme nella stessa casa, mentre si frequentava l’università, io che sono il bassista stavo molto vicino a loro e quindi abbiamo iniziato, letteralmente, a suonare in casa. E a scrivere, tanto. 

Venite dall’estremità della Liguria, verso la Francia, a Genova c’è un bel movimento rock, nella vostra zona?
DB: E’ una parte che per quanto riguarda il rock e il metal non è particolarmente florida.
MO: Ma la settimana prossima ci sarà lo Shock’ Metal Fest, con la prima serata dedicata al rock e la seconda al metal. Nella prima ci sarà Phil Campbell (Motörhead), nella seconda Death Angel e Necrodeath.
DB: Noi saremo ovviamente nella prima come co-headliner di Phil Campbell and the Bastard Sons. 

A proposito di grandi nomi, vogliamo ricordare che i Lynyrd Skynyrd vi hanno fatto ufficialmente l’endorsement? 😊 😊
DB: E’ stata una cosa molto piacevole (risate), era il 2017 ed era appena uscito il nostro disco.
MO: Loro andarono a ripescare una cover di “Call me the breeze” che avevamo registrato qualche anno prima, che avevamo rivisitato in maniera molto forte rispetto la loro. Fu ricondivisa sia da loro che da una rivista collegata agli Skynyrd. Fu tutto casuale perché non c’era stata nessuna promozione in tal senso, ricevemmo questa notizia così, “Guardate che gli Skynyrd hanno condiviso la vostra canzone”. Noi pensammo fosse uno scherzo sul momento. 

Musicalmente siete abbastanza distanti dal genere dei Lynyrd Skynyrd.
DB: Il nostro primo disco aveva molte influenze southern rock, probabilmente è stato questo a incidera. 

A proposito di album, ne avete già pubblicati due, giusto?
MO: esatto, il primo è Fake del 2017, il secondo, che portiamo anche stasera sul palco, è Roots del 2020. Purtroppo, a causa della pandemia, ci ha impedito di portarlo in giro e quindi questa estate portiamo ancora in giro il secondo lavoro più un paio di singoli del primo. 

Avete già in preparazione un terzo album? Possiamo fare uno spoiler?
DB: Roots è stato prodotto da Pietro Foresti, abbiamo proseguito il discorso con lui e abbiamo quasi terminato il terzo disco che uscirà più avanti, e di cui proporremo qualche singolo dopo l’estate. Possiamo anticipare a Tuttorock che questo nuovo album avrà sonorità ancora differenti rispetto i precedenti. 

Questo mi porta a chiedervi cosa ascoltavate da ragazzi?
MO: Beh, girando la domanda, ti posso dire che per nostra scelta, abbiamo deciso di ascoltare solo cose uscite durante l’ultimo anno.
DB: Ascoltavamo musica anni ’70 come i Lynyrd Skynyrd. 

Ho sentito anche una bellissima cover che avete fatto di Pyro dei Kings Of Leon.
DB: Noi siamo nati come cover band all’inizio, poi abbiamo iniziato a fare i nostri album. Per il prossimo album ci siamo ispirati a band moderne come Biffy Clyro e Nothing But Thieves.
MO: vogliamo portare le nuove sonorità nel background nostro che abbiamo sviluppato finora. 

Ricordiamo che stasera siamo in questo posto meraviglioso che è il Pistoia Blues Festival.
DB: Infatti siamo veramente felici di essere su questo palco così importante, poi stasera siamo musicisti e fans.
MO: poi siamo in apertura a una band come i Gov’t Mule, che ci hanno ispirato in maniera massiccia e che adoriamo. 

Merito anche della vostra etichetta.
DB: Abbiamo un’etichetta e un ufficio stampa che fanno un ottimo lavoro.
MO: David ci ha seguito in maniera eccellente facendoci sempre promesse coerenti e serie, senza promettere le stelle, ma sempre fatti concreti. 

Progetti futuri?
DB: Abbiamo lo Shock Metal Fest a Camporosso il 16 e 17 luglio come dicevamo prima, noi faremo un set di un’ora, quindi uno spazio più ampio rispetto stasera.
MO: in agosto non avremo nulla, ricominciamo a settembre, per le date precise seguiteci sui canali social e il nostro sito. 

Motivi per venirvi a vedere?
DB: siamo simpatici!
MO: dopo ci questa non posso aggiungere altro (risate), comunque noi viviamo per stare sul palco, è la cosa che amiamo di più fare e che ci fa stare bene.

MAURIZIO DONINI 

Formazione:
Davide Brezzo (chitarra e voce)
Danilo Bergamo (chitarra e voce)
Marco Oreggia (basso e voce)
Alessio Spallarossa (batteria) 

http://roommatesband.com
https://www.facebook.com/RoommatesRock
https://www.youtube.com/channel/UC-T2z-nfH5BngPBAizY2quw
https://www.instagram.com/roommatesrock
Roommates_Spotify_19

 

Roommates Roots 2020 front