fbpx
Now Reading
NADA – Intervista alla cantante

NADA – Intervista alla cantante

L’AMORE (PER LA MUSICA) DEVI SEGUIRLO: INTERVISTA A UN’ARTISTA CHE PARLA POCO DI SE A PAROLE, MA COMUNICA DA SEMPRE TRAMITE LE NOTE.
 
-Oggi? Con Nessuno. Domani chissà-
Alla domanda “Con chi faresti oggi un duetto?” Nada Malanima sfodera una delle armi vincenti che l’anno resa la grande artista che è oggi: sintesi e sagace ironia.
“L’amore devi seguirlo” è un racconto, un percorso, un susseguirsi di contenuti importanti e semplicità.
Con parole dirette ed efficaci, Nada ci racconta il suo ultimo cd.

“L’amore devi seguirlo”  questo il titolo del tuo nuovo album, è stato definito una “reazione” al precedente “Occupo poco spazio”. In realtà, il tema “amore” è da sempre presente nella tua musica. Nell’83, interpretavi il brano “Amore Disperato” che ancora oggi viene ballato nei locali dai giovanissimi. Parlavi di “un ragazzo gentile” che si distingue tra “fanatici in pelle” intenti a scrutare “senza poesia” una fanciulla: credi che in questi giorni tinti di sangue e caratterizzati dall’espandersi sempre più preoccupante del “femminicidio” nonché dalla perdita di numerosi valori, ci sia ancora una chance per questo sentimento così grande da aver interessato musicisti, filosofi, pensatori e persino scienziati? Cosa c’è ancora da dire sull’amore?
Non c’è nessuna reazione a “Occupo poco spazio”. Questo è un altro disco, un altro momento
Ma cosa c’è da dire sull’amore? Non finiremo mai di parlare dell’amore. Anche quando non pensiamo di parlarne ne parliamo, perché siamo noi, la nostra esistenza che ne ha bisogno. Non ce n’è abbastanza, non ce n’è mai abbastanza  e visto quello che ci succede intorno è bene parlarne e dobbiamo parlarne e cercarlo sempre di più. Il titolo del mio nuovo disco “L’amore devi seguirlo “ mi piace perché se lo  segui non puoi sbagliare, porta sulla strada giusta.
 
A proposito di strade giuste, il singolo “Non sputarmi in faccia” mi pare un’ottima scelta, un primo singolo che racchiude lo spirito molto forte dell’intero album già a partire dal suo provocatorio titolo. Raccontaci un po’ di cosa parla.
E’ una richiesta d’attenzione, una richiesta d’amore, molto semplice, diretta ad una persona che non si accorge più del valore dell’altro. “Non sputarmi in faccia” è un mezzo blues anni ’50 che ha un linguaggio che rispecchia la leggerezza e l’ironia che devono avere questo tipo di canzoni.
 
Nell’arco della tua carriera hai cantato in coppia con nomi importanti quali Celentano e Cristina Donà. Se potessi scegliere con chi duetteresti oggi?
Oggi? Con nessuno. Domani chissà.
 
Vuoi parlarci de “La canzone dell’amore”, cantata assieme al  gruppo di ragazzi diversamente abili chiamato “The Dreamers”?
The Dreamers è il nome di un gruppo di ragazzi e ragazze mentalmente disabili con cui ho passato dei giorni per impegnarli nella musica. E’ stata una bellissima esperienza che mi ha colpito profondamente ed è venuta fuori questa canzone un po’ grezza, selvatica e grazie a loro impregnata di pura e potente energia
 
L’uscita del tuo album anticipa anche quella del tuo nuovo romanzo. Come concili musica e
scrittura? Di cosa parlerà il libro?
Scrivere è la mia passione. Fare musica è la mia passione. E riesco a dedicare parte del mio tempo un po’ all’una ed un po’ all’altra. Ma mai insieme. Questo mio quarto libro è un romanzo, la lunga storia di Leonida, una donna con una vita meravigliosamente complessa. “LEONIDA”, questo il titolo del libro, uscirà a fine Aprile edito da Atlantide.
 
Siamo nel periodo vicino al festival di “Sanremo”, che quest’anno si presenterà in una formula simile a quella dei talent- show…spesso noi di “Tuttorock” domandiamo agli artisti cosa ne pensino di tale fenomeno…che recentemente ha creato un ulteriore polemica tramite l’intervento di Appino sulla sua pagina Facebook: vuoi dirci la tua a riguardo? Cosa ne pensi dei talent?
Dei Talent non ne penso, non conosco  l’argomento.
 
Risposte meravigliosamente dirette le tue, tipiche delle personalità timide,ma risolute.
Ti definisci una donna riservata: è ancora possibile mantenere la propria natura nell’epoca dell’immagine?
“E’ difficile parlare di se” comunque penso di essere a volte timida e a volte riservata, ma anche altro. L’immagine? Non lo so. A me viene di essere così come sono, nel bene e nel male
 
Tu sei un’artista che -dal vivo- offre sicuramente il meglio di sé. Hai in vita un nuovo tour? Se si, quali saranno le date?
Sono mesi che non sto facendo concerti. Avevo bisogno di tempo per finire il disco e poi ogni tanto è bene fermarsi. Adesso però non vedo l’ora di ricominciare. So che inizierò a metà marzo.
 
Aspettando il mese di marzo e l’imminente primavera, ascoltiamoci allora “L’amore devi seguirlo” di cui “La Bestia”, secondo singolo estratto è diretta anticipazione (grazie anche all’uscita del videoclip) ringraziando Nada per averci risposto!
 
Dafne D’Angelo

http://www.nadamalanima.it
https://www.facebook.com/pages/Nada-Malanima/57755550411
http://www.youtube.com/user/nadamalanimasite
http://www.flickr.com/photos/nadamalanimasite

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.