fbpx
Now Reading
Lo Stato Sociale – INTERVISTA SEMISERIA prima della loro trionfale performance all …

Lo Stato Sociale – INTERVISTA SEMISERIA prima della loro trionfale performance all …

Avevamo intervistato Albi e Lodo lo scorso aprile. Ecco una nuova intervista semiseria ai componenti della band.

Come vi vedete nel Lo Stato Sociale tra dieci anni?
LODO: Come mi vedo tra dieci anni?Anziano? Anziano no! Tra dieci anni no! Io tra dieci anni non ho quarant’anni, devo darti questa notizia.
ALBI: Io tra dieci anni ho quarantuno anni!


Intendo dal punto di vista musicale e personale. Cosa volete esplorare?
LODO: Secondo me qualcuno fa dei figli. Tipo lui (rivolgendosi ad Albi) fa dei figli, ma non con quella con cui sta adesso. Cioè pianta una storia secolare e dopo due settimane mette incinta a una.
ALBI: Pianto un albero secolare! E’ già secolare quando lo pianto!
LODO: Secondo me succederà così: faremo un altro disco, tipo che adesso arriviamo alla fine del palazzetto, e magari lì iniziamo dal palazzetto se tutto va bene. Poi ci fermiamo e ognuno fa i cazzi suoi per cinque sei anni.


Come mai?
LODO: Perché secondo me ce l’abbiamo sta cosa. Poi mi piacerebbe un sacco succedesse che ognuno di noi cinque fa dei tour in cui porta in giro le canzoni del Lo Stato Sociale come cazzo gli fotte a lui e poi ci ritroviamo dopo sei sette anni e capiamo che l’unico amore della nostra vita siamo noi cinque.

Volevo chiedervi, visto che il main act di oggi sono gli FFS (Franz Ferdinand e Sparks), avete mai pensato a delle collaborazioni?Con chi vi piacerebbe collaborare?
LODO: Ne abbiamo fatte tante ma ne faremo di più!
ALBI: Devo dire che sono tre anni che collaboriamo con l’agenzia delle entrate per eliminare il fenomeno dell’evasione che è una piaga sociale.
LODO: Pagando tasse per tutti quelli che non le pagano!
ALBI: Paghiamo tutto noi. È anche una scelta nostra perché loro sono il nostro sponsor, e volevamo ringraziare la Guardia di Finanza per rendere possibile tutto questo eccetera eccetera.
LODO: Anche quelli che non si vedono che stanno in ombra eh! Però anche loro fanno lo spettacolo: i visagisti, i make-up artist, il RIS di Parma. Poi vogliamo collaborare con: Cesare Cremonini, Turigliatto, non vuoi fare una collaborazione con Turigliatto no? Gianni Boncompagni, Toto Cutugno, Pete Doherty”


C ‘è una lista molto lunga vedo.
La seconda parte dell’intervista è invece più “classica” con gli altri tre componenti della band che rispondono alle stesse domande

Come vi vedete tra dieci anni dal punto di vista musica e personale? Faccio spesso questa domanda perché ci sono realtà musicali che nascono e muoino subito, mentre io vorrei vedervi più forti di prima.
BEBO: Tra dieci anni spero che la band sia bella in salute. Poi se non esisterà più la band sarà perché ci siamo stancati di fare questa cosa, perché non ci divertiamo più. Sicuramente per quello che sono i desideri di vita saremo sicuramente amici ancora e continueremo ad andare al bar a bere le birrette e a raccontarci cosa facciamo durante la giornata e condividere la vita.
Dal punto di vista di band non te lo so dire. Siamo cinque persone, con l’aggiunta di Matteo sei, che hanno intenzione di fare questa cosa finché si divertono davvero, quindi da qui a dieci anni può anche succedere che ti rompi i coglioni,  però nel momento in cui decidiamo che ci siamo stancati e che non è più divertente non è più obbligatorio andare avanti. E’ chiaro che la speranza è che questa cosa cresca sempre di più e possa essere duratura. Per cinque anni ha funzionato, per altri dieci può succedere. Visto che ormai le collaborazioni sono in voga, anche stasera vedemo i Franz Ferdinand con gli Sparks, voi con chi vorreste collaborare? Il sogno nel cassetto?
CHECCO: La domanda vera è chi vorrebbe collaborare con noi!
ENRICO : Il mio sogno nel cassetto sarebbe collaborare con qualcuno dei Subsonica per l’uscita di un disco e non parlo di canzoni, ma di sederci assieme e dire che cosa ci piace suonare,  qual è la forma che ci piacerebbe avesse il nostro terzo disco e parlarne con qualcuno che non è uno di noi ancora e farlo diventare uno di noi; allargare il concetto della famiglia. Mi piacerebbe moltissimo.

Una domanda sulla location: siccome siamo in una location di ampio respiro, voi vi trovate meglio in queste situazioni oppure preferite qualcosa di più intimo?
ENRICO: Ci piace variare. Io personalmente quando mi trovo davanti a tanta gente un po’ soffro. Diciamo che sto bene anche da solo quindi quando c’è tanta gente a volte la terza, la quarta, la quinta volta, ti chiedi: sono tante persone, chissà come andrà quello che faccio oggi, se sarò capace. Alla fine va sempre bene però ogni tanto puoi ritrovarti in situazioni un po’ più intime, ultimamente non succede spesso, ti rilassa e ti ricorda com’ era suonare davanti a poche persone anche se non succede praticamente più.

Progetti per il futuro? Cosa avete in programma a breve?
BEBO A breve c’è una data il 12 Settembre (Anfiteatro delle Cascine a Firenze ndr) e poi la data al palazzetto dello sport Pala Azzarita a Bologna il 21 Novembre in cui facciamo un festone e ci togliamo dal giro per almeno un anno e mezzo dopo quattro anni ininterrotti di tour. Poi per quello che sarà il futuro prossimo scrivere il disco l’anno prossimo, con calma, lavorando con i nostri tempi

MARCO DELLE DONNE
photo by FLORINDA CALì

Canali ufficiali de Lo Stato Sociale:
www.lostatosociale.net 
www.facebook.com/statosociale
www.twitter.com/lostatosociale
label: www.garrinchadischi.it
booking: www.antennamusicfactory.com