fbpx
Now Reading
LE STRADE – Intervista alla band, tutte “Le Strade” portano alla buona m …

LE STRADE – Intervista alla band, tutte “Le Strade” portano alla buona m …

Sono quattro e credono fermamente nel loro progetto. Un rock elettronico accattivante che schiaccia l’occhio a riferimenti musicali brit-pop. Loro sono “Le Strade”!

Ciao ragazzi, la vostra band nasce qualche anno fa, non siete uniti da molto eppure sembrate già molto coesi. Volete raccontarci un po’ com’è nato il vostro incontro? Avete avuto esperienze pregresse in altri progetti musicali?
Ciao Dafne la band  nasce nel 2007, ma è solo nel  2011 che abbiamo sentito il bisogno -dopo anni di rodaggio- di concretizzare le ore e ore di sala prove iniziando a lavorare in studio quindi abbiamo iniziato a collezionare provino su provino volendo fare qualcosa di strano ma pur sempre pop. Nell’aprile del 2013 siamo arrivati a pubblicare il nostro primo ep “In Fuga Verso Il Confine” con la produzione di Marco Bertoni.

Quali sono i vostri punti di riferimento?
Abbiamo diversi punti di riferimento da componente a componente che poi sono cambiati nel tempo collimandosi tra di loro. Io vengo dal britpop inglese quindi i primi ascolti sono andati dagli Oasis ai Beatles per poi voler capire cosa c’era prima e cosa c’è stato dopo, sempre in quella direzione per farti dei nomi alla rinfusa Primal Scream, Stone Roses, Kasabian per poi passare ad altri generi di cui principalmente ti posso citare Daft Punk e Chemical Brothers. Il batterista viene dal metal, in questo momento non saprei darti dei nomi di riferimento, comunque stiamo sulla violenza, Manuel (bassista) dal punk, Renna (chitarrista) viene dai Led Zeppelin o comunque tutte quelle band e non solo che con la chitarra ci sanno fare.

La vostra band si chiama “Le Strade”? Voi credete nelle coincidenze? E nel destino?
Io credo fermamente nel destino, come disse un mio “amico”, “credo nel destino fino a che gira il mondo”. Credo anche nelle coincidenze. Credo anche che se non vai incontro al destino, difficilmente il destino che speri per te, ti venga incontro. Aiutati che Dio ti aiuta.

In fuga verso il confine”, già a partire dal titolo, sembra parlare di un viaggio. Che legame esiste tra la musica e l’azione del viaggiare per voi?
E’ un legame fondamentale, “serve” alla qualità/verità di un disco molto più un viaggio di 3 settimane in riva al mondo, piuttosto che un anno di assiduo lavoro in studio.

I vostri testi sono stimolanti e molto belli, chi li scrive?
Grazie, li scrivo io (Alessandro Brancati – Cantante).

Qual è il vostro brano preferito?
Questa è sempre una domanda difficile essendo ogni brano come un proprio figlio, è quasi impossibile e quasi senza senso capire a chi vuoi più bene. Ti posso dire quale mi è uscito meglio secondo le vibrazioni che mi arrivano ogni volta che la riascolto, anche se ormai sono passati quasi 3 anni da quando l’ho scritta. Il brano è contenuto in “In Fuga Verso Il Confine ep” ed è T.H.Y. Un brano crowleyano!!!

Che valore date all’aspetto “visual”? Intendo dire alla qualità dei videoclip e dell’immagine proposta.
Per noi è importante quanto la riuscita di una canzone, è ormai innegabile che l’aspetto visivo al giorno d’oggi giochi un ruolo importantissimo per l’apprezzamento finale del “consumatore”.  Questo non solo per i videoclip, ma anche per gli artwork che poi andranno a presentare il progetto sia ai fans che agli addetti ai lavori. Oggi è come andare a pesca, le grafiche sono un tipo di esca che ti può dare il valore aggiunto. Nel progetto “Le Strade” si occupa Alessandro Soggiu (batterista), mi sbilancio, anche egregiamente. Lui è uno abituato agli aspetti scenici. Fa parte di un collettivo teatrale “il Laboratorio In-Stabile”, pieno di ottimi artisti.

Tra le band che gravitano nel panorama italiano odierno chi scegliereste per un featuring?
Salmo, Bloody Beetroots, Vittorio Sgarbi.

Grazie ragazzi!
Ciao Dafne, grazie a te e a tutti i lettori di Tuttorock!!!

DAFNE D’ANGELO

Membri:
Alessandro Clini: basso e voce
Giacomo Blandi: chitarra e voce
Marco Carloni: chitarra e voce
Matteo Bruscolini: piano e voce
Luca Pacini: batteria

http://www.lestradeband.com
https://www.facebook.com/lestradebandpesaro
http://www.youtube.com/channel/UC5uSynB1FbzBD9sdgvVze2Q