Now Reading
VERDENA “ENDKADENZ 2 TOUR 2015” op. Universal Sex Arena @ ESTRAGON BOLOGNA 6-11-2015

VERDENA “ENDKADENZ 2 TOUR 2015” op. Universal Sex Arena @ ESTRAGON BOLOGNA 6-11-2015

Verdena sono uno dei più validi gruppi altern-rock italiani. Si sono formati ad Albino (BG) a metà degli anni ‘80. Il gruppo è formato dai fratelli Ferrari, Alberto (voce, chitarra) e Luca (batteria). Nel 1996 si unisce alla band la bassista Roberta Sammarelli. Nel marzo del 1999, il trio inizia a lavorare all’album di debutto “Verdena”, album che venderà più di quarantamila copie e varrà alla band il “Premio PIM” di Repubblica come miglior gruppo rivelazione del 1999. Nel tempo la band prova nuove idee, stratificando maggiormente il proprio suono con l’aggiunta di un piano rhodes e di un mellotron. Il doppio album “Wow”  è stato inserito tra i 100 dischi italiani più belli di sempre per Rolling Stone. Il sesto lavoro in studio si intitola “Endkadenz”, un lavoro diviso in due volumi la cui prima parte è uscita il 27 Gennaio 2015 e che dopo il tour che ne è seguito, ora si perpetua con il vol.2 di recente pubblicazione e replica il tour unendo le nuove canzoni con quelle del vol.1 assieme a molti altri brani tratti dal passato.

In queste prime date hanno l’opening dei sulfurei Universal Sex Arena, una band scatenata che suono alla grande un sanguigno e seminale rock venato di psichedelia per un tuffo nei ruggenti seventies, un cantante scatenato e tarantolato che assieme ad una band di ottimo livello ha offerto un opening act di grande impatto. Da rivedere e seguire con piacere, non perdeteli di vista.

Membri:
Nicola Stefanato
Enrico Levorato
Paolo Narduzzo
Alessandro Mercanzin
Giovanni Beghetto
Marco Mason 
Dodi Pellizzari
 
http://universalsexarena.com
https://www.facebook.com/universalsexarena

Il ruggito animalesco del classico suono Verdena apre il live con quello che è una delle tante perle di Endkadenz vol.2, Cannibale, un giro melodico di impatto immediato che avvinghia subito il pubblico nell’abbraccio alla band. L’accoppiata Fuoco amico I e Fuoco amico II (Pela i miei tratti) seguono a ruota, unite nel nome, separate nei tratti, due gemelli siamesi nati da due ovuli diversi, veloce, sognante, onirica, la prima, sontuosa, scura, con un basso di Roberta che segna la granitica entrata della II e continua a martellare senza sosta piantando picchetti immaginifici per tutta la durata della canzone. Ci prendiamo una pausa dai tempi moderni per andare indietro a recuperare l’imperdibile  Caños , uno dei testi più belli creati da quel poeta moderno che è Alberto Ferrari. Colle immane è un brano di cui sono perdutamente innamorato, la batteria di Luca è perennemente in tiro e martella le pelli senza tregua, un ritmo ossessivo e laconico dove la colonna sonora è un treno in corsa, suoni rotondi, cantato ondeggiante in maniera splendida, brano ammaliante. L’amore per il presente senza rivolgere troppi sguardi al passato è evidente in questa parte centrale, scorrono dal vol.2 Dymo, un’altra meravigliosa perla come Un blu sincero, una di quelle canzoni che contengono la magia di saper ricreare un’atmosfera ed un mondo incantato, i variegati suoni di Troppe scuse con le sue divagazioni di chitarra.  Non manca mai la tossica Muori delay, un classico solidificato oramai, malinconica e dolcemente triste, la sinuosa Nuova luce da Wow. Polemica e rullante, imponente nella sua pressione sonora con una sezione ritmica di infernale presenza, Logorrea (Esperti all’opera), con il suo riff per batteria e chitarra centrale che spezza a metà la traccia con acida violenza. Ci potevamo scordare che c’è stato un bellissimo vol.1? Immancabile  l’ormai già innalzata ad icona Un po’ esageri con il suo moto ondulato, la voce di Alberto ai massimi, unico nei suoi equilibrismi affettati e sinceri, una musica raffinata quella dei Verdena, elegante e da assaporare step by step. E sotto con la splendida, appiccicosa, Puzzle, l’ascolti e ti perdi nei suoi meandri, non vorresti più lasciarla, ma il suo prosieguo ideale in questo momento intimistico e dolcemente traente è Diluvio. Quanto era malinconico ed affascinante il vol.1, tanto è rovente e rockeggiante il vol.2, ma anche sorprendente con delirante Identikit ed il suo finale flamencato, i colori tristemente tenui di Nera visione, e via verso la conclusione con una chiusura in grande spolvero andando a riesumare dal baule dei ricordi Nova, quindici anni passati ed ancora attuale in tutta la sua magnificenza.
 
Dire che una band è in continua evoluzione e sale ogni volta i gradini della travagliata scala del perenne miglioramento sembra assurdo quando il soggetto in questione è un gruppo che assomma un paio di decenni di attività sui palchi. Ma questa è la sacrosanta verità, personalmente il vol.2 di Endkadenz è ancora superiore al già bellissimo vol.1, ed altrettanto il tour odierno ha ulteriormente innalzato l’asticella del già strepitoso primo set di serate live. Paiono ancora più rilassati e divertiti sul palco, il suono scorre più fluido, la presenza scenica è salita così come la pulizia di un suono già di per sé elegante e raffinato. I Verdena non hanno bisogno di effetti speciali per far innamorare della loro musica, basta che imbraccino gli strumenti ed inizino a suonarli accompagnando i bellissimi testi che mettono assieme per creare un ideale connubio tra due elementi inscindibili nella loro levigata perfezione.
 
MAURIZIO DONINI
Photoset by ALESSANDRA MERLIN aka MorganaPhoto  
Setlist:
Cannibale
Fuoco amico I
Fuoco amico II (Pela i miei tratti)
Caños
Colle immane
Caleido
Dymo
Un Blu Sincero
Troppe scuse
Muori delay
Nuova luce
Logorrea (Esperti all’opera)
Un po’ esageri
Puzzle
Diluvio
Identikit
Nera visione
Lady Hollywood
Mina
Nova
 
I Verdena sono:
Alberto Ferrari (6 Ottobre 1978) – voce, chitarra, pianoforte, tastiere, basso
Roberta Sammarelli (Bergamo, 3 maggio 1979) – basso, tastiere, cori
Luca Ferrari (28 agosto 1981) – batteria, percussioni, synth, cori

Credits: si ringrazia Fleish Agency per la sempre gentilissima disponibilità ed esemplare qualità professionale ed Estragon per la perfetta organizzazione dell’evento.

http://www.verdena.com
https://www.facebook.com/verdenaofficial
https://www.youtube.com/channel/UCYUEyTIWlPwhBlqF0Bn0lLQ
http://instagram.com/verdena_official
http://www.fleisch-agency.com
http://www.universalmusic.it
http://www.dnaconcerti.com
http://www.tuttorock.net/recensioni/verdena-enkadenz-vol1 
http://www.tuttorock.net/recensioni/verdena-endkadenz-vol2