fbpx
Now Reading
TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI “Inumani tour” – Live @ Alcatraz, Milano 5-4-2 …

TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI “Inumani tour” – Live @ Alcatraz, Milano 5-4-2 …

Sono passati più di vent’anni dal mondo naif e dall’allegro pogo morto, da ciò che, a inizio anni zero, è stato poi raccolto in un disco chiamato Le origini.
In tutto questo tempo sono cambiate parecchie cose, questi allegri ragazzi morti hanno sperimentato, sono maturati e hanno evoluto quella che una volta era la loro principale caratteristica: il rocknroll.
Sono passati da territori più variegati dai sapori reggae e folk mischiando insieme una buona dose di funk e soul.
“Siamo diventati Inumani” viene ripetuto più volte da Toffolo in apertura concerto, Inumani è proprio il titolo dell’ album uscito l’11 marzo per La Tempesta dischi e volto a chiudere la trilogia aperta nel 2010 da Primitivi del futuro. Tre dischi che rappresentano l’evoluzione di una band e la risposta alle nuove tecnologie che, non solo a livello musicale, sono ormai consolidate nella nostra società. Gli Inumani sono individui geneticamente superiori agli esseri umani che hanno evoluto la loro società grazie alla visione ecologica, sono andati oltre all’umano perchè modificati appunto dalla tecnologia.
 
 
Il concerto si apre con Ad un passo dalla luna e lascia spazio in una prima parte a una bella selezione dall’ultimo lavoro in studio, da persi nel telefono che sembra già una hit per l’estate, alla più introspettiva Ruggero.
“Siamo diventati inumani ma siamo ancora ragazzi morti”, con questa introduzione ElTofo ci porta indietro negli anni, dando spazio ad una parte di scaletta che vede rivisitati i grandi successi dei vecchi tempi, si apre con Quasi adatti e si chiude con una bellissima versione di Ogni adolescenza in acustico con chitarra e ukulele.
Per questo tour sul palco ci sono cinque allegri ragazzi morti, al trio mascherato si aggiungono due elementi di tutto rispetto: Adriano Viterbini, direttamente dai Bud Spencer Blues Explosion e Andrea Maglia, già chitarrista nei live dal 2012. Sicuramente è anche grazie a loro se lo spettacolo che stanno portando in giro è perfezionato, pulito e impeccabile a livello di suono, più corposo rispetto alla dimensione in tre sul palco.
Per mantenere le tradizioni si arriva al momento in cui tutti escono di scena, finisce l’avanspettacolo e Toffolo raccoglie i vaffanculo del pubblico per poi essere pronto per altre quattro stupide canzoni (in realtà sono sempre di più). A questo punto risale sul palco Adriano per la cover della sua Tubi innocenti e in seguito anche gli altri ragazzi morti per chiudere il concerto, in scaletta anche la cover di Vivere fuggendo, degli amici Il Pan Del Diavolo.                     Un tempo con la fine dell’avanspettacolo i Tarm si toglievano la maschera, chiedendo al pubblico di non utilizzare dispositivi elettronici volti a riprendere la loro imagine, ora questo momento non esiste più, forse è diventato impossibile fare una richiesta del genere ad un pubblico in primis notevolmente aumentato e comunque sempre più perso nel telefono.
 
Il concerto sembra veramente finito quando Davide coinvolge tutta la sala a cantare con lui La tatuata bella, brano con cui amano chiudere i loro concerti, dopo una mezza strofa il cantante ha un mancamento e sviene lasciando tutti i presenti di stucco, arrivano i soccorsi e per un momento non si capisce cosa effettivamente stia accadendo sul palco. Dopo poco, nello stupore generale, Davide si rialza e saluta tutti con una versione a cappella di Codalunga (non in programma). Sta bene, fortunatamente.
I Tre Allegri Ragazzi Morti hanno concluso questa prima parte di Inumani tour con Bologna e Roma e suoneranno al Supernova festival di Genova il 23 Aprile. Speriamo portino l’incredibile spettacolo de la vida, l’incredibile spettacolo de la muerte sui palchi italiani anche quest’estate.
 
FRANCESCO MINA
Photoset by SARAY GARDEN

Credits:
si ringrazia Lunatik per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.
Scaletta:

  • Ad un passo dalla luna
  • La più forte
  • Libera
  • Persi nel telefono
  • C’era una volta ed era bella
  • Ruggero
  • Quasi adatti
  • Il principe in bicicletta
  • Occhi bassi
  • La poesia e la merce
  • Ogni adolescenza (acustica)
  • Puoi dirlo a tutti
  • La faccia della luna
  • E invece niente
  • In questa grande città
  • I cacciatori
  • La via di casa
  • La ballata delle ossa
  • I miei occhi brillano

Encore

  • Tubi innocenti (Adriano Viterbini cover)
  • La mia vita senza te
  • Alle anime perse
  • Vivere fuggendo (Il Pan del Diavolo cover)
  • Voglio
  • Il mondo prima
  • Di che cosa parla veramente una canzone?
  • La tatuata bella
  • Codalunga


Formazione:

Davide Toffolo – voce, chitarra
Enrico Molteni – basso
Luca Masseroni – batteria, voce
Andrea Maglia – chitarra, cori
Adriano Viterbini – chitarra, cori

 
http://www.treallegriragazzimorti.it
http://www.facebook.com/treallegriragazzimorti
https://twitter.com/treallegri
https://soundcloud.com/latempesta
https://itunes.apple.com/it/artist/tre-allegri-ragazzi-morti/id34029961

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.