Now Reading
TIROMANCINO “INDAGINE SU UN SENTIMENTO TOUR”- LIVE @ Festa PD Ponte Alto (Mo 2-9-2015)

TIROMANCINO “INDAGINE SU UN SENTIMENTO TOUR”- LIVE @ Festa PD Ponte Alto (Mo 2-9-2015)

IL PRIMO CONCERTO DOPO LA “LITE”  TRA I FRATELLI ZAMPAGLIONE

Tiromancino” è un progetto musicale che -da anni- coincide oramai con la figura poliedrica del cantautore-regista Federico Zampaglione. L’attività della band, che ha subito nel tempo significativi cambi di line-up, risale in realtà a tempi molto più remoti. Forse non tutti sanno che i Tiromancino non sono stati da sempre una band mainstream, con brani che passano nelle radio e folle popolose di fans pronti ad acclamarli.

Tiromancino” è il primo album ufficiale venuto alla luce nel 1992, ma è grazie ad “Alone Alieno” del 1995 che questo progetto inizia ad essere conosciuto.

Sono i tempi del “Roxy Bar” di Red Ronnie, sono gli anni ridenti della musica alternativa italiana. “Amore amaro” è un brano che -a riascoltarlo anche oggi- ci si rende conto di quanto fosse “avanti” questo progetto. La psichedelia-cantautorale con tracce elettroniche degli anni ’90 si è trasformata nel tempo in puro pop-rock. Coincide infatti con l’anno 2000 l’hit che ancora oggi i Tiromancino si portano dietro come un marchio di fabbrica: La Descrizione di Un Attimo. In concomitanza all’inaspettata accesa lite che ha visto il fratello di Federico Zampaglione, Francesco, andar via dalla band, sono riuscita ad assistere -tra l’altro per la prima volta in vita mia- a un loro concerto.

Malgrado l’intro modificato con un arrangiamento nuovo, più veloce e pieno di rif, già dalle prime note sembrava di rivedere le immagini del video dove un Valerio Mastrandrea in piena forma ricalca la figura di Raimondo Vianello inseguito da un Paola Cortellesi molto comica, in stile Sandra Mondaini. “La descrizione di un attimo, le convinzioni che cambiano e crolla la fortezza del mio debole per te”. Ho sempre pensato che Zampaglione non fosse un artista troppo interessante da andare a sentire “live”, mossa dalla ferma credenza che le canzoni dei Tiromancino degli utlimi anni siano molto più godibili su cd, per chi ama il genere. Ieri sera, effettivamente, non ho avvertito quell’atmosfera carica ed energica, tipica di un concerto rock, ma qualcos’altro mi ha sorpresa. Spontaneità, naturalezza, voglia di condividere la musica col proprio pubblico. Zampaglione rideva, gioiva. Il pubblico lo guardava e lui non cantava solo per sé o per stupire; non era lì per loro, ma insieme a loro. “Per me è importante”, “Nessuna certezza”, “Amore impossibile” e altri brani noti si sono alternati con leggerezza e -al contempo- forte impatto emotivo. La gente che ripete a memoria le parole esaltandosi è sempre un’immagine gioiosa e segno della buon riuscita di un live. Il regalo di una cover reggae ha fatto ballare le persone, felici e sorridenti. Non è la prima volta che ritrovo questo tipo di energia in un cantautore romano ed è sempre una cosa bella.
Malgrado le polemiche

Mettendo da parte la sete di novità, la voglia di vedere cose mai viste e ascoltare cose mai sentite, in quest’occasione ho assaporato il gusto della “sana abitudine”, del sentirsi un po’ a casa, di una ritrovata umanità.

DAFNE D’ANGELO

http://www.tiromancino.com
http://www.facebook.com/tiromancino.official
https://twitter.com/Tiromancino
http://www.youtube.com/TIROMANCINOVISUAL