fbpx
Now Reading
THE ORB + Dr. Alex Paterson in dub – Live @ Estragon Bologna 20-2-2016

THE ORB + Dr. Alex Paterson in dub – Live @ Estragon Bologna 20-2-2016

Sabato 20 febbraio all’Estragon di Bologna si è presentato un mito leggendario della musica elettronica: The Orb di Dr. Alex Paterson (Duncan Robert Alex Paterson). Nati alla fine degli anni ’80, The Orb hanno inventato il genere “ambient house” resuscitando ritmi più lenti, musica dedicata ai frequentatori dei rave e dei club techno. Grazie all’inaspettato successo di “U.F.Orb”, il loro secondo album datato 1992 che li portò in vetta alle classifiche inglesi, The Orb hanno di fatto reso popolare un genere fino ad allora considerato “underground” e cadenzato la musica degli anni ’90 aggiungendo le numerose collaborazioni di Dr. Alex Paterson con personaggi come Jimi Cauty (KLF), Robert Fripp (King Crimson), Martin Glover (Killing Joke – Youth), Tim Bran (Dreadzone). Il successo decisivo e commericiale dei The Orb nel Regno Unito ha avuto il suo apice nei primi anni ’90 con l’uscita dei loro album “The Orb’s Adventures Beyond The Ultraworld” e “U.F.Orb”, issandosi in cima a “UK Album Chart”;  si segnala anche un divertente passaggio anche su “Top of The Pops”, dove hanno esibito il loro stile eccentrico giocando a scacchi mentre il loro singolo “Blue Room” girava in sottofondo. I due fondatori degli Orb, Paterson e Cauty, si sono riuniti nel 2006 per pubblicare “Living in a Giant Candle Winking at God”. I successivi lavori come The Orb sono stati invece “The Dream” (2007) e “Baghdad Batteries (Orbsessions Volume III)” (2009). Nel 2010 gli Orb e David Gilmour dei Pink Floyd hanno pubblicato insieme l’album “Metallic Spheres”. Dopo “The Observer In The Star House” (2012) e “More Tales From The Orbservatory” (2013), nel 2015 è uscito infine “Moonbuilding 2703 AD”. Attualmente i The Orb sono per l’appunto Dr. Alex Paterson ed un altro mito, il produttore svizzero-tedesco Thomas Fehlmann.

All’Estragon The Orb il live è stato diviso in due tempi, stranamente è stato il djset ad aprire la serata anziché a chiuderla come di consueto, sul palco si presenta solo Dr. Alex Paterson in versione “dub” alla consolle. Già durante i loro concerti live degli anni ’90, i The Orb hanno suonato utilizzando apparecchiature a nastro digitale ottimizzate per la miscelazione dal vivo ed il campionamento prima ancora che venissero introdotti i laptop ed i supporti digitali, l’amore per il vintage è evidentemente rimasto nel DNA di Dr. Alex.
E’ stato affascinante vederlo tirare fuori in sequenza una serie di 45 giri, oramai reperibili nei mercatini, e vederli scorrere accompagnati dai classici giochi di luci e visual che compongono la miscela sapientemente costruita dal geniale Paterson.
 
E’ abbondantemente passata la mezzanotte quando inizia il concerto vero e proprio di The Orb nella formazione Paterson-Fehlmann. La proposta del duo è quella classica che li ha portati a spopolare sui palchi mondiali,  musica house di Chicago infarcita di synth ed effetti elettronici, niente a che vedere con il lavoro effettuato con David Gilmour e relegato ad attività giovanile da Paterson, ma l’anima dei The Orb affonda nelle composizioni di  Brian Eno, Kraftwerk e Tangerine Dream. Scuri e torbidi campionamenti vocali in loop, echi, riverberi, suoni spaziali che infiammano un Estragon colmo di gente che aspettava da anni di celebrare il ritorno della band. Il mood psych fatto di suoni elettronici e visualità ha invaso la sempre più che accogliente arena musicale bolognese regalando una serata, anzi nottata, di tanta musica che ha trasformato l’hangar del Parco Nord in un club a stelle e strisce.
 
MAURIZIO DONINI
Photoset by NINO SAETTI
 
Credits: si ringrazia l’Ufficio Stampa dell’Estragon Bologna per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.

 
The Orb:
Dr. Alex Paterson
Thomas Fehlmann
 
http://www.theorb.com
http://www.kompakt.fm/releases/moonbuilding_2703_ad_2xlp_cd
http://www.estragon.it