Now Reading
SLAYER op. The Shrine + Sadist – Live @ Arena Alpe Adria, Lignano Sabbiadoro 11-7-2016

SLAYER op. The Shrine + Sadist – Live @ Arena Alpe Adria, Lignano Sabbiadoro 11-7-2016

La serata dell’11 luglio verrà ricordata a lungo nella città  di Lignano Sabbiadoro per il caldo torrido, l’asfalto bollente, ma soprattutto per loro: gli Slayer. Uno dei gruppi di maggior rilievo del trash metal, band statunitense da milioni di dischi venduti e da schiere di fan al seguito. Gruppo coinvolto anche nel progetto Big Four insieme a Metallica, Megadeth ed Anthrax e che ha visto migliaia di persone in tutto il mondo seguire i loro spettacoli.

Tre le date italiane: il 4 luglio a Milano, l’11 a Lignano Sabbiadoro e il 12 a Roma, esse sono inserite nel tour internazionale partito subito dopo la pubblicazione del loro 14esimo album in studio Repentless avvenuta nel settembre 2015. Album fortunatissimo, schizzato subito ai primi posti della classifica Billboard, reputato tra i migliori del 2015. Quindi, forti di questo nuovo successo discografico la band ha intrapreso un tour negli Stati Uniti e in Europa: Tom Araya, Kerry King, Gary Holt e Raul Bostaph sono animali da palcoscenico, è la loro dimensione naturale e questo a Lignano si è visto e capito perfettamente.

L’ Arena Alpe Adria è colma in ogni dove fin nelle gradinate, alle 20 aprono la serata i Sadist band genovese di progressive death metal che si sta facendo conoscere anche in campo internazionale, l’attesa è già tanta, il pubblico “poga” ma ha bisogno d’altro; alle 21 è la volta dei The Shrine, hard rock band americana molto coinvolgente, con il leader Josh Landau impegnato a marcare il tutto con dei riff pazzeschi, il pubblico si scalda perché sa che tra poco arriveranno loro.

E infatti alle 22 eccoli Araya e soci, imponenti, spettacolari, adrenalici, energici. Tom scatena il pubblico, accenna a qualche parola in italiano, il suono è pulito, i testi conosciuti a memoria dal pubblico vengono incitati dal frontman, Bostaph scandisce il tempo perfettamente, King e la sua chitarra sono una persona sola e il tutto viene amalgamato da Holt. Intelligenza, precisione e potenza miscelate in egual maniera.

Il pubblico è in delirio durante il bis ed è letteralmente in visibilio per Raining Blood, Black Magic e il pezzo che chiude il concerto: Angel of Death, la canzone che denomina Angelo della Morte, anzi, forse proprio come  Morte stessa, Josef Mengele il medico del regime nazista che effettuava esperimenti sulle persone nel campo di concentramento di Auschwitz.

E’ il mondo degli Slayer inquietante e seducente allo stesso tempo, fatto di serial killer, di criminali di guerra, di torture, di terrorismo, di discese agli inferi e di stagioni nell’abisso come nella canzone Seasons in the Abyss. E’ il mondo dei loro fan che anche da questo concerto vanno via soddisfatti, carichi e con la potenza del suono degli Slayer che attraversa le loro vene.
 
MONICA ATZEI
Photoset by ALEX PANOZZO
 
Credits: si ringrazia Azalea Promotion per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.

Setlist:
REPENTLESS
DISCIPLE
DIE BY THE SWORD
HATE WORLD WIDE
WAR ENSEMBLE
WHEN THE STILLNESS COMES
YOU AGAINST YOU
MANDATORY SUICIDE
FIGHT TILL DEATH
DEAD SKIN MASK
THE ANTICHRIST
POST MORTEM
BORN TO BE WILD
SEASONS IN THE ABYSS
SOUTH OF HEAVEN
RAINING BLOOD
BLACK MAGIC
ANGEL OF DEATH
 
http://www.slayer.net
http://www.facebook.com/slayer
https://twitter.com/Slayer
http://www.youtube.com/subscription_center?add_user=slayer
http://instagram.com/slayerbandofficial
http://bandsintown.com/slayer
http://theshrinefuzz.tumblr.com
https://www.facebook.com/theshrinefuzz
http://www.sadist.it
https://www.facebook.com/pages/Sadist/466835156803523
http://vk.com/club690597
https://www.youtube.com/user/Sadistribe