Now Reading
NESSUN DORMA GUIDONIA ROCK FESTIVAL – Live @ Pineta Comunale Di Guidonia, Guidonia (Roma) 16-17-18-19-06 …

NESSUN DORMA GUIDONIA ROCK FESTIVAL – Live @ Pineta Comunale Di Guidonia, Guidonia (Roma) 16-17-18-19-06 …

Si è svolta la seconda edizione del Nessun Dorma Rock Festival, dove tutto il meglio della musica indie e alternativa italiana si incontra all’interno della Pineta Comunale di Guidonia, proprio di fronte all’aeroporto. Anche quest’anno si sono esibiti ottime band all’insegna del rock e della musica che cerca di uscire dalle masse che vogliono solo musica superficiale, infatti i 20 gruppi che si sono esibiti nella quattro giorni di rock tricolore, hanno dimostrato che anche in Italia si può fare musica ed attirare molto pubblico. Il Nessun Dorma Rock Festival nasce grazie al supporto dell’Assessorato alla Cultura della città di Guidonia Montecelio, a soli 11 chilometri dal Grande Raccordo Anulare di Roma e grazie ad un’organizzazione impeccabile, i quattro giorni del Festival si sono svolti nel migliore dei modi. Giovedì 16 giugno è stata la serata d’apertura, definita la data zero del festival e si sono esibiti ottimi gruppi come FRANK POLUCCI, con il suo rock semplice ed essenziale, la sua vena cantautorale, ha intrattenuto i già numerosi presenti in una giornata soleggiata. Dopo di lui i FIORI DI CADILLAC, band salernitana, che con il loro rock alternativo hanno continuato a scaldare i presenti, con una performance veramente eccellente, capaci anche di tenere il palco come una band già affermata. Piccolo cambio di palco ed è stata la volta dei LASONDA, band marchigiana che ha coinvolto i presenti con il loro sound aggressivo e perfetto. A chiudere la prima giornata del festival è toccato ai VOINA HEN, band di Lanciano che ha travolto il pubblico, oramai molto numeroso, con il loro sound violento e sfrontato, con testi espliciti e senza troppe accortezza. Il pubblico è stato veramente coinvolto dalla violenza sonora della band ed ha partecipato con molto entusiasmo alla proposta musicale della band.  
 
La seconda giornata del Festival è stata penalizzata da dei temporali pomeridiani, che hanno fatto slittare i vari soundcheck e l’inizio dei concerti. Ma l’organizzazione e i tecnici hanno fatto si che, anche se in ritardo, tutto filasse liscio. La prima band che ha calcato il Second Stage, il palco più piccolo, sono stati i BLOWERS ON FIRE, band romana sempre vicina al rock alternativo e che non perde mai di vista la melodia. A seguire, sempre sullo stesso palco, LA MACCHINA DEL FANGO, altra band romana che è riuscita a dar vita ad un ottimo show, anche se con qualche problema d’audio. Si torna sul palco principale che come prima artista ospita ILENIA VOLPE, che ha offerto uno show esaltante, carico di energia e di vero rock. Ilenia è una forza della natura, è sfrontata e graffiante, ma non perde la sua femminilità, anzi ne amplifica le qualità di una vera front woman. Ilenia Volpe ha presentato brani estratti dal suo ultimo lavoro “Il Mondo Al Contrario” ed altri brani. Si rimane sullo stesso palco, ma si cambia totalmente genere, dal rock sfrenato ed aggressivo di Ilenia Volpe, al folk e alla musica solare e divertente di GIANCANE, ma senza Il Muro Del Canto. Giancane ha presentato i brani del suo primo album da solista, “Una Vita Al Top”. Scanzonato, un cantautore ironico ma con intelligenza, ha fatto ballare e cantare un pubblico che ha gradito il cambio di stile del Festival, ma Giancane nella sua fusione di stili musicali, non disdegna il rock e lo si sente in ogni suo branco, anche se spesso con una chitarra acustica e con una fisarmonica. A chiudere la serata è stata la volta dei SICK TAMBURO, band eccezionale e molto originale, anche molto teatrale e che cela il volto con dei passamontagna neri. Musicalmente la band è trascinante e le due voci, quella di Elisabetta Imelio e di Gian Maria Accusani si amalgamo alla perfezione.
 
Siamo arrivati alla terza giornata del festival con l’esibizione di ben cinque band tra il second stage e quello principale e ad aprire le danze è toccato ai FRAME, una band molto giovane che, anche se con inevitabili piccoli problemi di audio, hanno offerto uno show molto accattivante. A seguire è toccato ai WHITE THUNDER, metallari doc, il loro sound è un misto di power metal, metal classico e qualche influenza progressiva e la band, anche se molto giovane ha una tecnica strumentale di grande spessore. Ultima band ad esibirsi nel Second Stage sono stati gli IMPATTO ZERO, il loro sound pesca dal grunge e dal noise sound e dal vivo riescono a catture l’attenzione di un pubblico sempre più numeroso. E’ ora la volta del Main Stage e LE MURA, gruppo di Roma, hanno scaldato i presenti prima del vero evento della serata. Le Mura sono una band compatta e che fa del rock italiano, quello più aggressivo, il proprio credo. Bravissimi a tenere il palco, come una band già affermata da anni, hanno coinvolto il pubblico on un sound trascinante ed aggressivo. Oramai il pubblico è diventato numerosissimo, per attendere  IL TEATRO DEGLI ORRORI, una band originalissima che sta ottenendo un grande successo, anche proponendo un rock molto particolare e senza peli sulla lingua. Pierpaolo Capovilla è un vero personaggio, un grande frontman che incita il pubblico e lo coinvolte e lo fa cantare, balla re e scalmanare, sicuramente il momento più alto di tutto il Festival.
 
Siamo arrivati alla quarta ed ultima giornata di un Festival che ha molto entusiasmato e la prima band a salire sul palco sono i MARTINGALA, capaci di dare uno scossone dal Second Stage offrendo uno show molto accattivante. E’ poi la volta de IL BRANCO, bravi e dallo spunto cantautorale e de LA SCALA SHEPARD, altra ottima band che ha fatto la sua parte, un’altra ottima performance, prima di lasciare il Main Stage ai due gruppi di punta della serata, gli ETRUSCHI FROM LAKOTA e i TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI

FABIO LOFFREDO 

La seconda edizione del Nessun Dorma Rock Festival di Guidonia si è conclusa domenica 19 giugno 2016, con l’esibizione del tanto atteso gruppo TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI tra un pubblico che li ha accolti molto partecipi e, in numerosi, muniti della tipica maschera a teschio che contraddistingue la band. In questa serata del festival, la band ha presentato l’ultimo lavoro “Inumani “, ottavo album pubblicato l’11 marzo 2016 che vanta la collaborazione di Jovanotti.
TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI è un gruppo nato nel 1994 a Pordenone dalla collaborazione del chitarrista e vocalist Davide Toffolo e del batterista Luca Masseroni (in arte Luca Casta), a cui si è poi unito il bassista Enrico Molteni, che ha preso il posto del primo bassista del gruppo Stefano Muzzin. Nella serata conclusiva del Guidonia Rock la band ha completato la formazione con Andrea Maglia e Adriano Viterbini alle chitarre, e la voce di Marcella. Tra i brani dell’album proposti: “In questa grande città”, “Persi nel telefono”, “E invece niente”, “Ruggero”, “La più forte”, “Ad un passo dalla luna”, “C’era una volta ed era bella”, “I miei occhi brillano”, “Libertà”, “L’attacco”, “Disponibile”. La performance è stata uno scambio corale con il pubblico che ha intonato tutti i pezzi della band sotto la guida del frontman e fumettista Davide Toffolo, nelle vesti del suo alter ego yeti EITofo. I TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI sono stati introdotti dal gruppo pisano ETRUSCHI FROM LAKOTA, formatosi nel 2011 dal cantante Dario Canal, Simone Sandrucci e Pietro Marini alle chitarre Diego Ribechini al basso e Luigi Ciampini alla batteria. suonando una Hard –folk rock “Non ci resta che ridere” è il nome dell’ultimo album che è anche il titolo del primo brano, seguono “Cornflakes”, “Abramo”, “Gioioso baccano”, “Mezzogiorno di grano”, “Nella vena di vino”, “San Pietro”. E’ il leader Dario Canal ad animare la performance, percorrendo in lungo e largo il palco fino a lanciandosi sul pubblico ad accrescere quella sensazione, avvalorata dall’aspetto e della vocalità, di trovarsi difronte ad un frontman di uno di quei gruppi rock anni settanta.
 
IVAN WALTER D’AMICO

Report by FABIO LOFFREDO e IVAN WALTER D’AMICO
Photoset By RAFFAELLA MASSARO

Credits: si ringrazia l’Ufficio Stampa Big Time e l’organizzazione del Nessun Dorma Guidonia Rock Festival per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento. 

http://www.nessundormarockfest.it​.