Now Reading
KAMPFAR + Eternal Samhain + Kyterion + Selvans – Live @ Alchemica Music Club, Bologna 12-11-2016

KAMPFAR + Eternal Samhain + Kyterion + Selvans – Live @ Alchemica Music Club, Bologna 12-11-2016

Nihil Porduction e Night Time Production in collaborazione con Devoured Agency presentano un live dedicato alla scena black metal con headliner i Kampfar, band norvegese di gran fama formatosi nel 1994.
Lo show di stasera viene introdotto da 3 band italiane:
Eternal Samhain (symphonic black metal – Verona)
Kyterion (black metal – Bologna)
Selvans (atmospheric/symphonic black metal – Abruzzo)

Gli Eternal Samhain con “Confitetor”, primo brano del loro album Storytellers Of The Sunset And The Dawn, iniziano il live con una parte de l’Assoluzione: sul palco, di spalle, citando parole latine creano un’atmosfera suggestiva e mistica assolvendoci dai nostri peccati.
Come dice il loro nome così sono pure le tematiche nel loro album: un ciclo eterno che va dalla nascita, alla vita e infine alla morte per poi ricominciare da capo.
Gli Eternal Samhain presentano una gran bravura a livello tecnico e musicale, dovuto sicuramente alla carriera di 10 anni alle loro spalle, con gran abilità nell’uso di un latino forbito e ricercato insieme all’inglese. Sound black metal e epici si mescolano insieme in gran sintonia.

Dopo gli Eternal Samhain ecco i Kyterion, band nata da poco a Bologna, presentano il loro album Inferno I.
Inferno I è un viaggio nel mondo oscuro che comincia dall’Eterno dolore e culmina con l’incontro con Il Signore del Doloroso Regno.
I membri del gruppo sono anonimi e così rimangono pure i loro volti: incappucciati sullo stage. Il cantante spazia dallo scream a una voce più brutal seguito da un riffing veloce e in sintonia con lui stesso.
Del progetto di questa band si sa solo che Inferno I è la prima parte di una trilogia: speriamo che creino un viaggio originale e non troppo simile a opere già in circolo.
Dopo questa esibizione salgono sul palco i Selvans: atmospheric/symphonic black metal dall’Abruzzo, con il loro album Lupercalia.
Lupercalia erano delle festività che si celebravano nei giorni nefasti in Febbraio nell’Antica Roma.
Il black metal dei Selvans è qualcosa di nuovo e nostrano: potremmo dire che la parola chiave che li caratterizza è duplicità.
Duplicità inanzitutto per quanto riguarda il ritmo e la sonorità: si va dal sound dell’old school black metal a quello tipico del folk medievale. O Clitumne! (fiume Clitumno) inizia con una base black metal poi al quinto minuto si evolve assumendo toni più melodici e si sente persino il suono di tamburelli, che ricordano gradevolmente la musica folcloristica italiana.
Altra duplicità della band è l’alternare della lingua italiana a quella inglese. Lupercale (grotta dove la lupa portò Romolo e Remo), dall’album Clangores Plenilunio, è un brano che attira l’attenzione sia perché rispetta il sound del black metal sia perché dà un tocco nostrano e nuovo utilizzando la lingua italiana. E’ come in Norvegia che i maestri di questo genere utilizzano la madrelingua per sottolineare il loro massimo legame con le loro radici.
Purtroppo il tempo scorre in fretta e stasera i Selvans suonano pochi brani e finiscono il loro show con Hirpi Sorani e Pater Sorgens.
La band ha dimostrato una gran bravura e grande talento. Questo è dovuto principalmente alla voce del vocalist Luca del Re, che riesce a spaziare dallo scream a voce più melodica, così come dall’italiano all’inglese, con una grande facilità e abilità.
Finalmente dopo l’intro di questi tre gruppi italiani, salgono sul palco i tanto attesi Kampfar.
Con una carriera di 22 anni alle spalle questi maestri norreni presentano uno show in cui spaziano dal loro ultimo lavoro Profan fino a ritornare agli albori nel 1997 con Mellom Skogkledde Aaser.
E proprio dal loro primo album introducono il loro live con Valgard.
Il loro live è un climax nel cursus temporum. Dopo Gloria Ablaze (Profan) nella quale Dolk emette versi soffocati e mostruosi, subito parte un riffing veloce. Dolk scandisce fortemente la parola fire sia in scream sia in toni più epici. Profan infatti è un album incentrato su un mondo apocalittico fatto di schiavitù dove governa il signore delle tenebre (si ascolti Daimon e Tornekratt -> quest’ultimo brano è qualcosa di incredibile! Dolk ci mette l’anima e ci fa venire la pelle d’oca per la sua bravura).
Da questo mondo oscuro si ritorna al mondo glaciale scandinavo con RavenheeartLyktemenn e Til Siste Mann da Kvass: il pubblico è in estasi con questi brani, c’è il delirio totale all’Alchemica. Brani cupi, prolissi e ipnotici ci immergono in questo mondo viking e black metal. JonOle e Ask affiancano e seguono in modo eccezionale Dolk: il gruppo si fonde insieme.
Momento epico è con Hymne: Dolk con voce profonda seguita dai cori di Jon e Ole si affiancano sul palco trasmettendo grande solennità. E’ un brano dal forte impatto e trascinante. Unico.
I Kampfar non finiscono il loro show qui ma fanno altri brani celebri come Troll, Død (Fra Underverdenen), Vettekult  Heimgang) e Mylder + Our Legion ( Djevelmakt).
Gli ultimi due brani sono molto importanti perché uscirono nel 2014 quando si pensava che i Kampfar si stessero sciogliendo, invece no, e ritornarono sulla scena black metal con un album che definì a tutto tondo cosa sia i genere viking black metal.
Il viking black metal nasce con i Kampfar che riuscirono a fondere insieme sonorità del black metal tradizionale con quelli tipici del folk e viking a inizio anni ’90 quando il viking stava sparendo. Grazie a loro il viking sia è rinato sia ha assunto una forma nuova.
Il loro live è qualcosa di unico. Rende orgogliosi di loro chiunque, perché prendono brani da tutti i loro album, anche per chi non li ha mai visti, in uno show di 2 ore che ti lascia senza fiato.
Un grazie sia allo staff dell’Alchemica sia agli organizzatori delle agenzie per questa serata dedicata al black metal sia italiano che norvegese.
 
EVA NOEMI TEI
Photoset by MATTIA MARTULANO
 
Credits: si ringrazia l’Alchemica Music Club per la gentilissima disponibilità e la sempre altissima qualità offerta per organizzazione e musica.

NIHIL productions & NightTime Production, in collaborazione con 
Devoured Agency:  https://www.facebook.com/events/154929491596706
KAMPFAR (Norse Black Metal): https://www.facebook.com/kampfarofficial
SELVANS (Italic Atmospheric Black Metal): https://www.facebook.com/templeofselvans
KYTERION (Black Metal, Italy): https://www.facebook.com/kyterion
Eternal Samhain: https://www.facebook.com/eternalsamhain