fbpx
Now Reading
INTERPOL “Turn the bright lights reprise tour 2017” op. X Ambassadors @ Carrop …

INTERPOL “Turn the bright lights reprise tour 2017” op. X Ambassadors @ Carrop …

Prima volta a Carroponte e subito ti viene voglia di tornarci, la grande musica portata in tour da Indipendente Concerti ci ha portato a farci 500 km. in una sera, ma la venue merita assolutamente. Facilmente raggiungibile, si parcheggia senza problemi, accesso senza particolari file, all’interno chioschi di ogni tipo e spazi ben organizzati mostrano come si può realizzare il recupero di una struttura industriale dedicandola all’arte.
 
Gli X Ambassadors aprono la serata in perfetto orario, lanciati nel mainstream quando la loro bellissima Renegade, che chiuderà il concerto, venne scelta dalla Jeep come jingle per l’omonimo mezzo prodotta dall’azienda statunitense, si presentano alla grande.  Dalla grande apertura di Jungle alla chiusura con il su richiamato tormentone sciorinano una decina di pezzi validissimi ed interpretati alla grande che scaldano il pubblico. La formazione della band inclina i suoni verso la brillantezza di un misto pop-alternative che li rende particolari ed estremamente intriganti. Assolutamente validi e da rivedere.
 
Band:
Sam Harris – voce, chitarra, sassofono
Noah Feldshuh – chitarra
Casey Harris – tastiera
Adam Levin – batteria
 
https://www.xambassadors.com
https://www.facebook.com/XAmbassadors
https://twitter.com/xambassadors
https://www.youtube.com/user/XAmbassadorsvevo
https://instagram.com/xambassadors
https://www.snapchat.com/add/x_ambassadors
Potremmo definire il tour degli Interpol, quello della rimembranza, sommando il decennale di Our love to admin, alle intera reprise del primordiale Turn on he bright lights. Quest’ultimo è proprio il tema portante del tour degli Interpol di Paul Banks, Daniel Kessler e Paul Fogarino. Il loro suono che viene avvicinato a band come Cure e Television, è in realtà una chiara rivisitazione dei Joy Division, di band come queste, della new wave di cui le band in questine, ma anche gli Editors a volte inseriti nelle righe degli Interpol, hanno i colori scuri newaviani, ma non la varietà di soluzione e la dolce malinconia che li accomuna.
 
La musica degli Interpol è fatta di linee musicali ossessive ed a tratti alienanti in perfetto stile joydivisioniano, la voce di Banks ricalca in maniera esemplare il cantato del compianto Ian Curtis, il risultato è eccellente e la resa sul palco è un successo. Al pubblico ammaliato ed adorante che ha riempito l’arena di Carroponte si sono presentati in full black dress, la classica staticità dei membri non ha inficiato la presenza, la coreografia minimale fatta di un solo telo con luci è anomala rispetto a quanto si vede adesso, ma nel solco del discorso portato avanti dagli Interpol. Ed è proprio davanti a questo telo che hanno iniziato con una serie di pezzi che hanno caratterizzato la loro carriera, ed è proprio con l’inizio della reprise di Turn On the bright lights che l’impianto luci assume tonalità frenetiche fondendosi con il suono grezzo e primordiale, ancora più scarno e costellato di suoni urgenti ed aggressivi in questo disco di esordio. E dopo tanto godimento di musica di qualità è un coro univoco “Interpol, Interpol, Interpol” a richiamare sul palco il gruppo per sparare tre cartucce mortifere come bis che dal pogo di The Heinrich Maneuver è tracimato nell’anthem cantato assieme al pubblico di Evil. Una degna conclusione di un evento imperdibile per una serata da mettere nei live di qualità.
 
MAURIZIO DONINI
Photoset by ANDREA NASCETTI
 
Credits: si ringrazia Indipendente Concerti per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.
Setlist:
Not Even Jail
Take You on a Cruise
Slow Hands
Real Life
All the Rage Back Home
Turn On The Bright Lights
Untitled
Obstacle 1
NYC
PDA
Say Hello to the Angels
Hands Away
Obstacle 2
Stella Was a Diver and She Was Always Down
Roland
The New
Leif Erikson
Encore:
Specialist
The Heinrich Maneuver
Evil
 
Band:
Paul Banks – voce, chitarra
Daniel Kessler – chitarra, voce
Sam Fogarino – batteria
On tour:
Brad Truax – basso
Brandon Curtis – tastiere
 
http://interpolnyc.com/
http://interpolnyc.com/shows
http://twitter.com/interpol
http://instagram.com/interpol
http://youtube.com/interpolmusicvideos
http://youtube.com/InterpolVEVO
http://soundcloud.com/interpolnyc
http://gomerch.com/interpol
http://interpolnyc.com/forum
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.