fbpx
Now Reading
IL GRAN GALA’ DELLA MUSICA-GLI OSCAR DEL BLUES – Live @ Corallo di Scandiano ( …

IL GRAN GALA’ DELLA MUSICA-GLI OSCAR DEL BLUES – Live @ Corallo di Scandiano ( …

Si è svolto Domenica 27 Dicembre, al Corallo di Scanndiano,  l’annuale Festival “IL GRAN GALA’ DELLA MUSICA-GLI OSCAR DEL BLUES”, promosso dalla Kayman Records, e  che quest’anno festeggiava  la sua 10a edizione. Dieci anni di grandi artisti che si sono alternati sul palco del Galà, dieci anni dell’evento che venne inaugurato al Bainat di Montecchio  nel 1999 e ripartì dopo qualche interruzione nel 2003 al Kanaka di Codemondo, per approdare poi   al Batard di S.Prospero per alcuni anni ed infine per arrivare, dallo scorso anno,   al Corallo. Il Galà ha rappresentato tanti momenti di grande musica ed ha fatto scoprire talenti che si sono poi imposti a livello nazionale ed internazionale. Ma uno dei grandi segreti di questo show è sempre stato il suo fantastico e calorosissimo pubblico che con grande entusiasmo ha sempre seguito ,tifato, apprezzato e spronato gli artisti ed i musicisti non solo della Kayman Records ma anche tutti quelli che sono apparsi ospiti nelle varie edizioni del Galà . Anche durante questa edizione, gli spettatori hanno potuto godere delle esibizioni incredibili. Come quella della super band di OSCAR ABELLI , la DYNAMITE BAND, con la quale il batterista Oscar Abelli , conosciuto come session-man di diversi artisti nazionali ed internazionali, si presenta al pubblico con questo suo nuovo progetto musicale , e dopo aver terminato il percorso dell’Oscar Abelli Quartet più legato al soul-jazz, con la nuova formazione OSCAR ABELLI DYNAMITE il rhythm’n’blues diventa la chiave di espressione principale della band. O formazioni come la FOLLON BROWN Band, in cui Follon Brown, chitarrista-cantante tra i fondatori della Travelin Band, ha iniziato la sua carriera da solista alcuni anni fa ispirandosi ai maestri come Magic Sam e Freddy King. E tra le cui fila  troviamo Dan Panarelli all’organo hammond, un musicista tra i più promettenti fra le nuove generazioni. MEL PREVITE non ha bisogno di presentazioni:  chitarrista-cantante e colonna portante di una band come i Rockin’ Chairs, ma anche chitarrista che collabora con LIGABUE,   dopo l’incredibile successo del concerto al Campovolo, eccolo ritornare sul palco del Gran Gala’ per coronare un anno di musica ricco di grandi soddisfazioni. Mel ha proposto insieme a Martin e alla sua Band uno show di rock’n’roll e rhythm’n’blues al fulmicotone. Una bella riscoperta, i READY STEADY GO:  questa formidabile band rappresenta quell’ondata musicale che si ispira al british rock’n’roll & rhythm’n’blues. Già protagonisti nel 2006 di una potentissima performance al Gran Gala’ , ritornano dopo alcuni anni presentando la loro ultima novita’ discografica uscita in vinile e che ha ottenuto grande riscontro dalla critica musicale e dal pubblico. CRIS MARAMOTTI  e ELENA FEDERICI si sono presentati in duo. Lui è considerato tra i migliori chitarristi italiani, che spaziano dal rock al blues. In  questi ultimi anni Cris Maramotti ha coltivato altre sfumature sulla chitarra sviluppando soprattutto la parte acustica. E’ stato per anni il chitarrista di Piero Pelù, Paolo Belli, The Gang, Fatur & Fax, ed è ritornato  sul palco del Gala’ dopo diversi anni con  la bravissima cantante Elena Federici.  Il chitarrista-cantante JAIME SCOTT DOLCE  arriva in Italia da New York alcuni anni fa come chitarrista per Davide Van De Sfroos, e  ha iniziato da tempo la sua carriera da solista ed il suo nuovo lavoro discografico dal titolo “Elevation blues”. Al Galà ha confermato la qualita’ della sua musica ricca di blues, soul, funk, rock. ORACLE KING, conosciutissimo da tutto il pubblico come il “King of the blues”,   come ogni anno si è esibito al Gran Gala’,  per chiudere questo 2015 musicale che lo ha visto protagonista di diversi festival sia nazionali che internazionali. In questa edizione si è presentato sul palco con dei musicisti con i quali ha collaborato negli anni come Andy Haze, Franz Bazzani, GP Zago.  Abbiamo assisitito anche all’esibizione di UGO CATTABIANI e la sua Band. Il cantautore folk-rock  ha partecipato alcuni mesi fa al “Premio Tenco”, uno dei più importanti festival italiani dedicati a questo genere musicale, ed ha ottenuto ottimi riscontri di critica e pubblico. Seguendo la tradizione il Gran Galà ogni anno propone questo spazio dedicato ai cantautori della via Emilia, e qui di è inserito appunto Ugo Cattabiani, che ha presentato  le sue novita’ discografiche. La fantastica band dei COVER GARDEN, capitanata dal cantante-chitarrista “Stecca” alias Stefano Bertolani, si è distinta in questi anni per i suoi energici concerti, si ispirano al british rock’n’roll e rhythm’n’blues e sono approdati  per la prima volta sul palco del Gala’. Di nuovo le quote rosa, con l’incredibile ROSS VOLTA . La ragazza ha fatto  il suo esordio assoluto sul palco del Galà,  ma aveva già alle spalle tantissime collaborazioni con artisti di fama internazionale. Non poteva mancare MAX LUGLI. Il grande armonicista, che ha rappresentato la scena blues esibendosi sul palco del Campovolo con Ligabue, è ritornato al Gran Galà dopo essere stato in tour con la sua nuova band, Max Lugli & the Monkey Flyers.  E’ uno dei maggiori rappresentanti dell’armonica a livello europeo ed ha suonato nei dischi di Shawn Pittman, Texas Slim. La grande musica folk – rock ritorna con VANNI CIGARINI e i Tatanka Mani, per la prima volta su questo palco. Vanni  si è già distinto per aver inciso due cd-album di ottima fattura, continuando  così la tradizione del Gran Galà che propone ogni anno i cantautori della via Emilia. Degna di nota l’incredibile performance di BRUNO MARINI, assieme a CHUBBY JOHN, JULIE DA CAMPO e BC BAG.  Considerato tra i migliori hammondisti a livello mondiale, Bruno Marini ha sorpreso  di nuovo il pubblico con l’uscita di questo nuovo lavoro discografico dove ha saputo racchiudere il soul, il funk, la psichedelia blues con un linguaggio assolutamente odierno.  I RUFUS PARTY sono una delle migliori band del nostro panorama musicale,   che ha saputo fondere la loro musica con diverse contaminazioni,  che vanno dal soul, al rhythm’n’blues, all’ indie-rock . La  loro produzione discografica è tra le più originali e ricercate. I giovanissimi   DEJABLUES hanno rappresentato una delle novità in questa 10a edizione . Sono stati infatti considerati tra le “nuove proposte”, ma  la band ha dimostrato di avere già grande energia, sul palco. Sicuramente una delle più interessanti nuove realtà del blues è rappresentata dalla H-BOMB BAND , con un cd-album di ottima fattura già uscito come loro opera prima qualche mese fa. Dopo un’annata di grandi concerti hanno fatto il loro ritorno sul palco del  Galà i mitici Taxi Road,  per uno show veramente  a tutto gas. Non poteva mancare MARTIN & la sua BAND, che si sono esibiti ” fuori concorso dalle premiazioni “, per onorare la 10a edizione del Festival . Presentata da Lorenzo Immovilli di Key Rock, la serata ha visto le premiazioni degli artisti, gli “Oscar del Blues”, ovvero premi assegnati da una giuria di qualità formata da esperti del settore. I premi sono stati consegnati da Aldo Pedron, giornalista di Jam, Mescalina,  fondatore di riviste storiche come Buscadero e il Mucchio Selvaggio e massimo esperto in materia musicale,  e da Francesca Mercury,  che è stata anche direttrice di palco del concerto,  personaggio di spicco del panorama musicale emiliano, entrambi anche in giuria.
 
MIZIO DOKI
View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.