fbpx
Now Reading
GRANT-LEE PHILLIPS “The Narrows tour” – Live @ Bravo Caffè, Bologna 20- …

GRANT-LEE PHILLIPS “The Narrows tour” – Live @ Bravo Caffè, Bologna 20- …

Nome altisonante quello che il Bravo Caffè propone per questa sera di aprile, Grant-Lee Phillips già famoso come frontman dei ben noti Grant Lee Buffalo, reduce dal trasferimento dal caso di Los Angeles alla quiete di Nashville, lì ha ritrovato le sue radici, parliamo di un cantante che nel ’95 fu votato come miglior voce maschile dell’anno.
 
Sul palco un uomo ed una chitarra, ma la sua personalità fa da band, disponibile da subito risponde al calore del pubblico che affolla il locale, “Farò canzoni nuove, ma anche molto, molto vecchie” apre subito sorridendo.  il sold-out di stasera dimostra che anche nell’epoca della musica da talent c’è spazio per quella di qualità. Il folk-rock di Phillips ha virato su tonalità più morbide rispetto ai tempi dei Buffalo, come dice lui stesso, il trasferimento a Nashville ha contribuito a smussarne gli angoli più acuti approfondendone la vena melodica ed intimistica.  
 
Si spazia dal nuovo album, che è ovviamente il protagonista, con la bellissima Holy Irons, alla toccante e soffice Moccasin Creek, And one of these days I wanna’ dip my feet in Moccasin creek, la liricità di Mona Lisa nei versi splendini come Just that burgundy smile you wore yesterday, ripescata da Virginia Creeper assieme alla fascinosa Lily-A-Passion con il suo ammaliante ritornello, She is the lily-a-passion, She is the lily-a-passion, She is the lily-a-passion, She is the lily-uh huh. Note arrotondate, suadenti, eterea bellezza, la malinconia di The Hook da Fuzzy, There’s one thing I tell you friend I don’t believe in supermen, e la sala del Rhyman Acoustic bolognese esplode di applausi sulle note amare di Cry Cry, si scioglie sulla devastante bellezza di Happiness.

E per chiudere chiede al pubblico cosa vorrebbero ascoltare, un bel duetto tra il cantante ed i fans, “Springsteen!” chiama uno spettatore, “Oh, I like Springsteen!” risponde il cantante, “vi canterò The Chicken man song”, e via a grattare le sabbie del tempo su Nebraska andando a ripescare Atlantic City, era possibile miglior chiusura di questo bellissimo live?

MAURIZIO DONINI
Photoset by NINO SAETTI
 
Credits: la qualità della musica che propone il Bravo Caffè non ha limiti, grazie sempre.