Now Reading
GLENN HUGHES “Resonate tour” op. Stone Broken + Minus One – Live @ Zona Roveri Music Fact …

GLENN HUGHES “Resonate tour” op. Stone Broken + Minus One – Live @ Zona Roveri Music Fact …

Dopo l’annullamento del tour con i Living Colour, Glenn Hughes torna in Italia con il suo progetto solista, è il magnifico Zona Roveri di Bologna ad ospitarci stasera. Veniamo colpiti subito da due ottime band di supporto, per far capire che il rock non ha confini i primi, i Minus One, arrivano da Cipro, e proprio a Bologna, alla storica Fonoprint, hanno registrato il loro ultimo lavoro, The Bologna Session, che portano sul palco in apertura di live. Un rock sanguigno con una line-up di corde di grande impatto e bravura, niente da dire, se questa è la qualità possiamo segnarceli sull’agenda degli appunti.
 
Band:
Francois Micheletto: voce
Harrys Pari: chitarra
Constantinos Amerikanos: voce, chitarra
Antonis Loizides: basso
Chris J: batteria
 
Official website – http://www.minusoneband.com
Facebook – https://www.facebook.com/Minusonecy
Instagram – https://www.instagram.com/minusoneband
Twitter – https://twitter.com/MinusCy
Più deciso e metallico il sound degli inglesi Stone Broken, band inglese che apre il tour europeo di Glenn Hughes in tutte le date. Altro gruppo da segnarsi sull’agenda, buono il cantato, valida la presenza sul palco, averne di questa qualità, con l’aggiunta di una drummer straripante che si è dimostrata un martello di terrificante potenza e pulizia.

Band:
Rich Moss – Vocals / Guitar
Chris Davis – Guitar / Vocals
Kieron Conroy – Bass
Robyn Haycock – Drums / Vocals

 
https://www.stonebroken.com
https://www.facebook.com/OfficialStoneBroken
https://twitter.com/Stonebroken_
http://www.youtube.com/user/officialstonebroken
http://instagram.com/StoneBroken
http://www.reverbnation.com/stonebroken
Ed alle 22,15 Ladies & Gentlemen, The Voice Of Rock, GLENN HUGHES.
Che sarà un concerto memorabile si capisce immediatamente, Glenn innesta una marcia superiore a chiunque, l’ex Deep Purple e Black Country Communion riesce a fare scattare gli acuti, magari non arriva alle vette di Ian Gillan, ma la modulazione melodica della voce è incredibile e regala miriadi di sfumature interpretative, tutte di qualità stellare. Il suo basso estrae suoni che raramente si è abituati a sentire, la band che lo accompagna è scintillante per tecnica e bravura musicale. Dai fasti travolgenti di Muscle and blood e Gettin’ Tighter, alla incantevole ballad di Medusa, lunga ed avvolgente con toni in chiaroscuro, una palude di beltà in cui perdersi. La bellissima One Last Soul che viene cantata da tutto il pubblico, ed è una marea di fans con cui Hughes interagisce spesso dimostrando capacità di stare sul palco ed una straordinaria umanità, grande musicista e grande uomo. Essendo un tour a supporto del nuovo album Resonate, ci si sarebbe aspettati di vedere la scaletta incentrata su questo, in realtà sono solo 3 i pezzi provenienti, ma visto che per il resto abbiamo goduto di perle storiche non pare il caso di considerarlo un difetto…. C’è spazio anche per gli assolo dei tre compagni di tour, che esibiscono tutta la loro bravura, e si arriva al bis con Heavy e la ruggente Burn dei tempi d’oro.

Un live semplicemente STRAORDINARIO, Glenn è una belva di presenza e bravura che ha innalzato il livello del miglior concerto 2017 di parecchie tacche, basso e voce in splendida forma ed una voglia di donarsi al suo pubblico che traspare da tutte le sue foto allegate.

MAURIZIO DONINI
Photoset by NINO SAETTI
 
Credits: si ringrazia Barley Arts per la gentilissima disponibilità e Zona Roveri per la perfetta organizzazione dell’evento.

Setlist:
Flow
Muscle and Blood (Hughes/Thrall)
Gettin’ Tighter (Deep Purple)
Stumble & Go
Medusa (Trapeze)
Can’t Stop the Flood
One Last Soul (Black Country Communion)
You Keep on Moving (Deep Purple)
Might Just Take Your Life (Deep Purple)
Soul Mover
Black Country (Black Country Communion)
Encore:
Heavy
Burn (Deep Purple)
 
Band:
Glenn Hughes – voice, bass
Søren Andersen – guitars
Pontus Engborg – drums
Lachy Doley – keyboards
 
http://www.glennhughes.com/resonate
http://www.facebook.com/glennhughesonline
http://twitter.com/glenn_hughes
http://www.youtube.com/glennhughesonline
http://www.myspace.com/glennhughesonline
http://www.glennhughes.com/thefunkemporium