Now Reading
ERMAL META “Vietato morire tour 2017” – Live @ Teatro Acacia, Napoli 17-5-2017

ERMAL META “Vietato morire tour 2017” – Live @ Teatro Acacia, Napoli 17-5-2017

ERMAL META: il Poeta della Musica
 
“Potrò dimenticare le canzoni, la musica, quello che ho scritto o vissuto nella mia vita, ma non potrò mai dimenticare le emozioni che mi avete regalato stasera!”
I suoi “lupi” come li chiama l’Artista, cioè le ragazze e i ragazzi dei suoi Fan Club, lo accolgono in una festa di colori, di autentico entusiasmo ed emozione. Sono organizzatissimi, con una scaletta precisa a scandire, con striscioni, cartelloni, cuori e girasoli i momenti salienti delle sue canzoni. Stare con loro in platea è come partecipare ad uno spettacolo nello spettacolo, mai vista un’organizzazione cosi perfetta e attenta ad ogni piccolo particolare.
Mercoledì 17 maggio Napoli accoglie Ermal Meta per il suo Tour “Vietato Morire 2017 “al Teatro Acacia con una serata strepitosa in sold out da diverse settimane, ripetuta poi il giorno dopo con lo stesso risultato di pubblico.
Nato in Albania, trasferitosi in Italia all’età di 13 anni a Bari troncando ogni rapporto con il padre, da lui definito violento (questa sua sofferenza lo porterà poi a scrivere l’ultimo successo “Vietato Morire”), cresciuto ascoltando musica classica (la madre è una violinista professionista) ha provato a 5 anni ad imparare a suonare pianoforte ma troppa severità, ricomincia a suonare a 16 anni (pianoforte e chitarra), facendo parte di diversi gruppi prima di entrare a far parte degli Ameba 4 in qualità di chitarrista, con i quali prende parte al Festival di Sanremo 2006 nella sezione “Giovani” ma senza successo visto che viene eliminato in prima serata. Poco dopo il gruppo si scioglie. Nel 2007 ha fondato il suo gruppo “La Fame di Camilla” con il quale realizza tre album e una serie di concerti live fino alla grande platea di Sanremo 2010 con il brano “Buio e Luce”.
Dopo lo scioglimento del gruppo, intraprende l’attività di autore che lo porta a scrivere brani per molti interpreti italiani come Emma, Francesco Renga, Patty Brano, Chiara, Marco Mengoni, Francesca Michielin, Francesco Sarcina, Giusy Ferreri, Lorenzo Fragola oltre a curare gli arrangiamenti di alcuni brani per i Negrita e per i già citati Renga e Sarcina. Nel 2015 inizia la sua carriera da solista e da cantautore con la pubblicazione del singolo “Odio le favole” e prende parte a Sanremo Giovani 2015 e alle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2016. La consacrazione è la partecipazione alla sezione “Big” sempre del Festival nel 2017 dove si classifica al terzo posto con “Vietato Morire” vincendo il “premio miglior cover “interpretando la canzone “Amara Terra mia “di Domenico Modugno e il “Premio della Critica Mia Martini”. A due settimane della manifestazione sanremese “Vietato Morire” salì al primo posto degli album più venduti in Italia. Da marzo è uno dei giudici della XVI Edizione del talent show “Amici di Maria De Filippi”.

Il suo arrivo sul palco del Teatro Acacia, insieme ai suoi musicisti Marco Montanari alla chitarra, Matteo Bassi al basso, Emiliano Bassi alla batteria, e il sax di Luca Brizzi, viene accolto con un’autentica ovazione. In scaletta quasi tutti i brani dei suoi due album “Umano” e “Vietato Morire” più alcuni dei brani storici e più rappresentativi della sua esperienza con “La Fame di Camilla” come “Buio e Luce” e “Come il sole a mezzanotte”.

Seppure emozionatissimo per l’accoglienza calorosa dei suoi “lupi”, il concerto attraversa varie fasi, dai momenti scatenati del pop elettronico a lui caro, ai momenti più di atmosfera tranquilla dove la voce e la melodia sono assolute protagoniste. 
Si inizia con “Odio le favole” e “Pezzi di paradiso”, per poter poi continuare con “lettera a mio padre” dove i fans in platea simulano delle ali con le mani sulla frase “E quando sulla schiena hai cicatrici è lì che ci attacchi le ali”. Il discorso sull’amore che è l’unica cosa che ci tiene in vita introduce il brano “Gravita con me” sugli applausi del pubblico. Poi di seguito “Piccola Anima”, Ragazza Paradiso”, e “Bob Marley” dove l’artista esprime tutto il suo talento e la sua esperienza di frontman della musica.
Su “Voodoo love” dove ricorda che “la normalità è il vero incantesimo” una nuova coreografia con gli striscioni in galleria e i cartoncini blu a simboleggiare il mare.
Pubblico scatenato per “New York” lo stesso Ermal Meta chiede il buio completo in sala per chiedere al pubblico di illuminare il Teatro con le torce del telefonino. Diventa così un tripudio di musica e di luci. Tutt’altra atmosfera per “Amara Terra Mia”, silenzio assoluto in sala per accogliere la bellezza della voce di Meta accompagnatosi con la sola chitarra, per scatenarsi poi in un lunghissimo applauso finale alla fine della canzone stessa.
Il concerto prosegue, il pubblico dall’inizio in piedi, è assolutamente scatenato, vicino al suo idolo, e anzi incoraggiato dalle sue continue incursioni in sala per poter cantare direttamente dalla platea. Ad un certo punto sparisce dal palco per poter poi apparire, per la gioia dei fans, in galleria tra decine di cartelloni e uno striscione che inneggia alle parole di “Vietato Morire”.
Ed è su questo brano la coreografia più bella: quasi mille girasoli si innalzano al cielo sulla frase “Ricorda che l’Amore non è violenza” riuscendo a far emozionare lo stesso Artista che dichiara “Mai concerto così bello per me! “. Il concerto continua con “Rien ne va plus”, “Schegge”, “Voce del verbo” , “Bionda” (dedicato a tutte le ragazze bionde in sala), “Straordinario” che l’artista ha regalato a Chiara ma che qui interpreta in una versione rock che scatena il pubblico, e si conclude con “A Parte te” cantato solo dal pubblico, unitosi in un’unica catena di abbracci , al quale si unisce l’Artista nella parte finale, ringraziando il pubblico napoletano per le continue emozioni di una serata che rimarrà per sempre nella sua anima e nei suoi ricordi.

ANNAMARIA DE CRESCENZO
Photoset by MARIO CATUOGNO ‘Spectra Foto’
 
Credits: si ringrazia Umberto Di Micco di Veragency e la Mescal Musica per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.
 
https://www.facebook.com/ermalmetainfo
https://www.youtube.com/channel/UCsw6_gopN-_KFQNLDx5UEGA
http://www.mescalmusic.com/artisti/ermal-meta