fbpx
Now Reading
DESTROYER 666 + Sudden Death + Rising Dark + Helslave – Live @ Alchemica Music Club, …

DESTROYER 666 + Sudden Death + Rising Dark + Helslave – Live @ Alchemica Music Club, …

Ennesima serata di grande musica stasera all’Alchemica, gli australiani Destroyer 666 sono nome altisonante nel panorama metal, il pullman parcheggiato fuori dal locale ne è la prima dimostrazione. Ma qui la buona musica no manca mai, i primi ad aprire le danze, in perfetto orario, sono i romani Helslave, in pista fin dal 2009 sono stati una lieta sorpresa, sicuri sul palco, bel metal melodico, vario e suonato e cantato in ottima maniera. Pochi pezzi, ma che hanno fatto capire che possono guardare al futuro con fiducia.

Membri:
Daniele (vocals)
Jari (guitar)
Lorenzo (guitar)
Luca (bass)
Francesco (drums)

https://www.facebook.com/helslave
https://www.youtube.com/HelslaveBand
https://soundcloud.com/helslave
http://www.revalverecords.com/Helslave.html

Sui Rising Dark c’è da scrivere, di grande militanza, fondati nel 2005, attacco alla grande con una sezione ritmica presente e pulita, ritmo tosto, ma la chitarre e la voce appaiono come contratte all’inizio, stranamente quasi didattiche, potrei ipotizzare la tensione del palco. Ma lentamente si sciolgono e salgono di tono, un finale in grande crescendo che li allinea alla sezione basso-batteria dimostrando una qualità di tutto rispetto. Alla fine è questo che conta, sparano un bel hard-rock vario e potente che ha messo in mostra parecchie frecce nella loro faretra. Da seguire.

Membri:
Michael Crimson – Vocals and Guitar
Balzael – Drums
Gianmarco Bambini – Lead Guitar
Dan Ross – Vocals and Bass

https://www.facebook.com/Rising-Dark-169181442638
http://www.reverbnation.com/risingdark

I terzo slot vede salire sul palco i Sudden Death, le aspettative sono alte, un gradino sotto gli headliner, le trecce fluenti del cantante fanno presagire un succoso head-banging. Growl sparso a piene mani, suono potente, capacità tecniche innegabili, ma aspetti che i live decolli e questo non succede mai purtroppo. Il gruppo appare troppo statico sul palco e il mulinare delle trecce non può colmare una presenza scenica che stasera appare carente. Musicalmente il live procede con lo stesso ritmo per tutta la durata del set, growl infinito, ma impossibile non trovarsi a lungo andare, il progressivo spostarsi del pubblico dalla sala all’esterno dovrebbe essere un campanello di allarme. Una band che fa vedere una qualità tecnica di valore, ma che dovrebbe rivedere il modo di stare sul palco e l’approccio interpretativo per metterlo a frutto.

Membri:
Luis Maggio – Vox
Alessandro Di Mitri – Guitar
Daniele Marrocco – Bass
Andrea Pro – Drums
 
http://suddendeath666.blogspot.it
https://www.facebook.com/suddendeath666
https://www.facebook.com/killerpoolrecords

Quando tocca ai Destroyer 666 l’accogliente sala dell’Alchemica si riempie in ogni angolo, un meritato sold out per una band eccezionale che dopo oltre un ventennio porta ancora in alto un metal potente e spettacolare. La perfetta acustica del locale rende appieno la qualità della band, voce aggressiva, ma pulita, ritmica imponente senza mai debordare, chitarre tirate a lucido. Dall’attacco infernale di Predator alla gloriosa chiusura di Lone wolf winter, passando per l’ossessiva Sons of perdition, i fans pogano e cantano a più non posso, una festa a suon di rock al massimo livello, l’ennesimo grande regalo di questa chicca metallara in quel di Bologna.

MAURIZIO DONINI
Photoset by MATTIA MARTULANO

https://www.facebook.com/events/611571135685835

Setlist:
Predator
Wildfire
Breed apart
Traitor
I am wargod
Hounds At ya Back
Sons of perdition
The calling
SS metal 
Iron fist
Black city
Third by fire  
Lone wolf Winter 

Membri:
KK – Guitar & Vox
Perra – Drums
Felipe – Bass & Vox
Ro – Guitar & Vox

http://www.destroyer666.uk
https://www.facebook.com/destroyer666page
http://www.myspace.com/destroyer666band

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.