Now Reading
CIRQUE DU SOLEIL “Varekai” – Live @ Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO) 2-11-2016

CIRQUE DU SOLEIL “Varekai” – Live @ Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO) 2-11-2016

Diffidate dei falsi profeti, degli immancabili snob, delle loro parole ignoranti, “non ci vado, non andateci, non sopporto il circo, mi annoia, è vecchio”. Il Cirque du Soleil è arte, purissima arte di inestimabile valore, una madreperla da schiudere godendosi lo spettacolo e riportandolo nel cuore. Vero, ci sono anche i clowns, anzi loro ne furono i fondatori, ma si tratta di danza, classica e fulgida, con la differenza che spesso si svolge ad una decina di metri di altezza, dove normalmente volano le rondini, nel tendone du Cirque si librano danzatori lievi ed armonici. Un caleidoscopio di colori e di abiti, animali sconosciuti e dalle forme astratte escono dal pavimento o si lanciano dalle quinte, una invasione di vita che pochi, come il Cirque du Soleil tenendo fede al suo nome, sa diffondere.

Ballerini ed artisti, acrobati che disegnano perfette geometrie sullo stage, Varekai è dovunque, questo è il significato in rom della parola, non ci sono barriere in Varekai se non quelle dei colori e della fantasia. Sgombrate la mente ed entrate nel magico mondo fatato di Varekai, la natura vi avvolgerà con la musica tribale e primitiva delle percussioni, il librarsi degli artisti, demoni rossi che volteggiano dovunque. Lo stile è di Avatar, la natura primordiale, ma senza il dolore e la tragicità del film di James Cameron, Varekai spande bellezza e serenità. Ma si fonde con il cuore sanguinante del furore rock, Varekai è la leggenda di Icaro, è una cast di 50 artisti e 95 roadies, è un mito che solca la Terra dal 2002, sono i violini che si fondono con i tamburi della foresta per creare un architettura multimediale che affascina e cattura.

Lo spettacolo si svolge su due set, un primo più ‘tranquillo’, se così si può dire, con un Icaro nero dalle ali bianche officiante di una variegata moltitudine di esseri colorati ed affascinanti, affreschi di clowns si intersecano con i quadri composti dai ballerini, poesia, se STOMP è energia, VAREKAI è poesia, movimenti perfetti che disegnano affreschi sotto la volta della Unipol Arena di Casalecchio di Reno. Il secondo tempo scatena la furia della natura, diavoli rossi danzano ovunque, acrobati senza freni si lanciano da ogni dove, composizioni picassiane per colori e forza riempiono gli occhi, la mente, il cuore. Varekai è armonia e poesia, senza confini, la natura portata al suo estremo, la forza di Gaia esplode in tutto il suo fragore mescolandosi al mito greco del volo umano, il risultato è solo uno: VAREKAI.

MAURIZIO DONINI
Photoset by NINO SAETTI
 
Credits: si ringrazia Studio’s & Live Nation per la gentilissima disponibilità e la perfetta organizzazione dell’evento.