fbpx
Now Reading
Cesare Cremonini “Più Che Logico Tour” – Live @ Pala George Montichiari …

Cesare Cremonini “Più Che Logico Tour” – Live @ Pala George Montichiari …

E’ partito il 21 ottobre da Mantova l’attesissimo “Più che logico tour” di Cesare Cremonini, a pochi mesi dall’uscita dal suo ultimo, triplo, album “Più che logico live”, uscito al termine del fortunatissimo “Logico Tour” che aveva collezionato 100mila presenze riscuotendo un enorme successo per tutta l’Italia. Ma non c’è da farsi ingannare dal nome, quest’ultimo tour non ha niente a che vedere col precedente: nuova scaletta, nuovo palco, nuova produzione e nuovi elementi nella band.

Così l’artista bolognese riesce perfettamente nel suo intento di non sembrare ripetitivo anzi ci azzecca in pieno definendo lo show “il fratello maggiore del bellissimo spettacolo dell’anno scorso”; infatti ne rimangono invariate l’alta qualità e la capacità di coinvolgere il pubblico, ma vengono aggiunti dei dettagli che rendono il tutto in un certo qual modo più “completo”, in primis il tanto atteso inserimento in scaletta delle bellissime “Maggese”, “Le tue parole fanno male” e “Gli uomini e le donne sono uguali”, dopo anni che non venivano eseguite dal vivo.

Che Cremonini sia uno degli artisti più amati è chiaro fin da subito quando, a poco meno di un’ora dell’inizio dello spettacolo, il Palageorge di Montichiari è già gremito di persone di ogni età e di ogni sesso: la varietà di pubblico, ampia come in pochi altri spettacoli live, crea un clima allegro e festoso; guardandomi in giro scorgo gruppi di più o meno giovani, coppie, ma anche famiglie e bambini. I presupposti per un concerto di quelli che si ricordano per un bel po’ ci sono tutti. L’artista bolognese sale sul palco prima delle dieci e lascia aprire le danze alla hit del momento: “Lost in the weekend” a seguire una scaletta di 21 brani tra nuovi e vecchi  e che, non avendo una precisa direzione artistica, tocca, sfiora e mescola tra loro stili, generi e suoni lontani e diversi tra loro con una versatilità tale da permettergli addirittura una parentesi jazz proponendo una versione rockabilly di “Gli uomini e le donne sono uguali” e “Una come te” con tanto di mini orchestra composta da contrabbasso, batteria, tromba, piano e chitarra.

Cremonini che alterna la sua chitarra al pianoforte e al tamburello, è accompagnato da una band eccezionale; in primis l’amico Nicola “Ballo” Balestri, che lo segue fin dai tempi dei Lunapop, al basso, Andrea Morelli alla chitarra, Alessandro De Crescenzo alla chitarra elettrica, , Andrea Fontana alla batteria, Bruno Zucchetti e Michele Guidi alle tastiere, Andrea Giuffredi alla tromba mentre i cori sono affidati a Gianluigi Fazio e Roberta Granà. E’ ormai mezzanotte quando usciamo dal palazzetto con ancora la voce dell’artista che ci risuona nell’orecchio, appagate per lo spettacolo davvero stupendo e all’altezza delle aspettative.

Irene Caldi
Galleria fotografica a cura di Maddalena Compagnoni

Credits: si ringrazia l’Ufficio Stampa di ZEDLive per la gentilissima disponibilità e l’impeccabile organizzazione.

http://www.cesarecremonini.org
https://www.facebook.com/cesarecremoniniufficiale
http://twitter.com/cremoninicesare
http://www.youtube.com/cesarecremoninimusic

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.