fbpx
Now Reading
Remo Anzovino firma la colonna sonora di “HITLER CONTRO PICASSO E GLI ALTRI. L’ossessi …

Remo Anzovino firma la colonna sonora di “HITLER CONTRO PICASSO E GLI ALTRI. L’ossessi …

“La pittura non è fatta per decorare gli appartamenti. È uno strumento di guerra offensiva e difensiva contro il nemico” (Pablo Picasso).

Una grande verità: gli artisti sconfiggono il male e sopravvivono al male, tramite l’eternità delle loro opere.
Quando mi è stata proposta la colonna sonora di questo film non conoscevo la storia che avrebbe raccontato. Ma l’eredità del pensiero di Picasso è stata la guida per comporre la musica. 

La partitura unisce suoni concreti e moderni alla scrittura rigorosa per orchestra sinfonica affinché sia chiaro sin dal suono quanto le cose universali non appartengono al passato ma al Sempre e al Mai. Sono gli Innocenti ad aver ispirato il tema principale e la scelta di utilizzare un coro di voci bianche: gli artisti sfregiati e le persone depredate, uccise per essersi opposte alla ossessione dei nazisti per l’arte. Ringrazio i produttori e gli autori del Film per avermi dato la possibilità di conoscere una storia fondamentale e la libertà e la fiducia di metterla in musica con autentica emozione.
Remo Anzovino 

In anteprima mondiale nei cinema italiani solo il 13 e 14 marzo e a seguire sugli schermi di altri 50 paesi del mondo il documentario che ci guida per la prima volta alla scoperta del Dossier Gurlitt, di rari materiali d’archivio, dei tesori segreti del Führer e di Goering

HITLER CONTRO PICASSO E GLI ALTRI
L’ossessione nazista per l’arte

CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI TONI SERVILLO
Regia di Claudio Poli

In due modi il nazismo mise le mani sull’arte: tentando di distruggere ogni traccia delle opere classificate come “degenerate” e attuando in tutta Europa un sistematico
saccheggio di arte antica e moderna.

Sono trascorsi 80 anni da quando il regime nazista mise definitivamente al bando la
cosiddetta arte degenerata, “cosmopolita” e “bolscevica”. Nel ’37 organizzò a Monaco
un’esposizione pubblica per marchiarla a fuoco. E poco distante una mostra sulla pura
arte ariana. Contestualmente cominciò la razzia di opere classiche e antiche su
indicazione di Hitler e Goering, capolavori che avrebbero dovuto occupare gli spazi di
quello che il Führer immaginava il Louvre di Linz, progetto architettonico rimasto solo sulla carta. Anche Goering, compulsivo collezionista compilò una lista di opere che avrebbero dovuto comparire nella sua proprietà non lontano da Berlino, a Carinhall. I capolavori dell’arte degenerata vennero invece venduti alle aste e i proventi finiti nelle casse statali, per poi essere utilizzati per l’acquisto dell’arte preferita dal regime.
Cominciarono i sequestri nei musei dei territori occupati e nelle case dei collezionisti
soprattutto ebrei, saccheggi che poi continuarono fino alla fine della guerra con la
sottrazione dei patrimoni artistici dei paesi attraversati dalle truppe tedesche.
Ci accompagna nella narrazione di questo documentario Toni Servillo.
Molte storie prendono il via da quattro grandi mostre che a distanza di 80 anni, nel 2017, fanno il punto su cosa ne è oggi di quel tesoro trafugato dai nazisti e su molti dei
protagonisti di quegli anni.

La Colonna sonora di Remo Anzovino

Assistente musicale: Federico Mecozzi
Musicisti: Remo Anzovino (piano, celesta, glockenspiel, Korg MS 20, programming)
Federico Mecozzi (violin, viola, classical guitar, percussion, noises, programming)
Anselmo Pelliccioni (cello, double bass)
Cristian Bonato (programming, percussion, noises)
Elena Giri (flute, piccolo)
Lorenzo Luciani (oboe)
Marco Torsani (clarinet)
Paolo Biagini (bassoon)
Massimo Mondaini (horn)
Simone Amelli (trumpet)
Gianluca Corbelli (trombone, bass trombone)
 
Piccolo coro Artemìa da Torviscosa (Italia) diretto da Denis Monte
Cantanti: Alessia Battiston, Francesca Battistutta, Davide Elia Bertolissi, Sofia Bortolussi, Loredana Bucca, Sharon Cappello, Carlotta Carpin, Miriam Chiaruttini, Alice Cleber, Alessia Colautti, Emma Corbatto, Mirella Damiani, Elisa Franco, Mariasole Gagliano, Rebecca Grimaldi, Chiara Macuglia, Selina Mondolo, Syria Mondolo, Arianna Pagarin, Giulia Palmisciano, Anna Pascolat, Marta Pastorutti, Marta Puntin, Sofia Sguazzin, Francesca Sirk, Andrea Taccarelli, Martina Totis, Rebecca Venturini.
 
Registrato e mixato da Cristian Bonato al Numeri Studio – Coriano (Italia)
Masterizzato da Giovanni Versari a La Maestà – Faenza (Italia)
Piccolo coro Artemìa registrato da Dario Caroli all’Auditorium San Zorz – San Giorgio di Nogaro (Italia)

Distribuzione Nexo Digital

View Comments (0)

Leave a Reply

Your email address will not be published.